GoPro mostra i muscoli e presenta la nuova Hero 6 che si candida ad essere fin da subito l’avversario da battere nel segmento delle action cam premium. Esteticamente non ci sono particolari differenze, già con la Hero 5 il lavoro svolto era notevole.

Le grosse differenze tra le due generazioni sono “invisibili” o meglio, sotto il cofano. GoPro Hero 6 riesce a registrare video in 4K a ben 60 FPS, c’è potenza da vendere nel corpo di questa piccolina. Notevoli miglioramenti anche per lo slow motion con 2.7K a 120 FPS e 1080p a 240 FPS. Insomma ci sono tanti pixel e fps per tutti.

GoPro Hero 6 punta ancora sulla stabilizzazione elettronica, migliora rispetto lo scorso anno e adesso riesce a stabilizzarsi su sei assi. I fan della stabilizzazione ottica dovranno attendere ancora.

Tra le solite migliorie, come il Wifi che permette trasferimenti di file più veloci, c’è una piacevole sorpresa il sensore GP1. Grazie a questo sensore la GoPro Hero 6 riuscirà a migliorare il range dinamico, i controlli manuali, la riproduzione naturale dei colori e le prestazioni in scarsa luminosità.

Il primo impatto con GoPro Hero 6 non è certamente forte, in fondo sembra essere troppo simile alla Hero 5. In realtà i miglioramenti sono tanti e tangibili. 

GoPro Hero 6 con video 4K a 60 FPS e foto HDR sarà disponibile nelle prossime settimane ad un prezzo di listino di circa 569 Euro, ben 100 Euro tondi in più rispetto lo scorso anno.

Fonte

Partecipa alla discussione