Appena due giorni fa avevamo riportato la notizia della definitiva chiusura di Grooveshark, dovuta soprattutto a degli errori da parte del team nella gestione dei diritti dei brani. A quanto pare, però, questa chiusura non era poi così definitiva: ecco infatti che Grooveshark è risorto dopo appena 48 ore dal comunicato in cui salutava e ringraziava tutti i suoi utenti.

Il merito di questo inaspettato e repentino ritorno è di misterioso imprenditore, noto con il soprannome di Mister Shark che ha già trasferito il servizio su un nuovo dominio, Grooveshark.io, e ha già reso più del 90% del sito originale pienamente accessibile e operativo. Il mancante 10% arriverà probabilmente in poco tempo, roba di pochi giorni.

Mister Shark dice di non essere da solo nella gestione di questa operazione e il gruppo da lui formato può vantare “tutta la banda e le infrastrutture necessarie” per mantenere in vita Grooveshark.

Grooveshark Io

I nuovi proprietari sono ovviamente consci dei rischi dell’investimento in un sito chiuso per problemi legali, ma si sono comunque dichiarati pronti ad un nuovo attacco legale da parte delle major discografiche. Tuttavia le strategie non mirano solo a difendersi, ma puntano al contrattacco: è in via di sviluppo un restyling dell’interfaccia grafica, oltre al ritorno delle playlist e dei preferiti.

Sembra proprio che Grooveshark sia tornato e non abbia paura di affondare nuovamente: anzi, l’intenzione è quella di ritornare ad azzannare il settore dello streaming musicale.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: