Già utilizzati per ambiti militari e per operazioni chirurgiche, ora i robot arrivano anche nei carceri della Corea del Sud, un luogo di certo non meno ricco di rischi. Già un pò di tempo fa avevamo parlato del robot-guardia che sarebbe dovuto entrare in azione da Marzo. Oggi finalmente, con leggero ritardo sulla tabella di marcia, arriva la conferma che la Corea Del Sud ha avviato un primo esemplare in un carcere locale, che dovrà controllare tutti i carcerati.

Il robot scandaglierà il carcere e grazie a sensori e fotocamere 3D ( simili a quelle del kinect per intenderci ) sarà in grado di  individuare comportamenti anomali dei prigionieri ed in caso suonare l’allarme ed inviare materiale audio/video ai responsabili. Si tratta ancora di una sperimentazione, che se però avrà successo verrà adottata in tutti gli altri carceri della Corea e forse verrà anche adottato nel resto del mondo. il robot alleggerisce il carico di lavoro del personale e rende l’ambiente più sicuro. Staremo a vedere tra qualche mese se avrà successo, intanto vi lasciamo ad un video della robot-guardia.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: