Probabilmente non hai mai sentito parlare di DNS ma sappi che li usi ogni giorno! I server DNS (domain name system) non sono altro che dei traduttori, grazie a loro riesci a collegarti ai siti internet attraverso degli indirizzi testuali (es. techzilla.it), senza loro dovresti scrivere un indirizzo numerico lunghissimo (es. 84.242.122.32) che sono le vere coordinate dei siti.

Cosa vuol dire ciò?

Utilizzare dei server DNS rapidi rispetto ad altri più lenti ti permette di navigare più velocemente, inoltre il cambio di DNS permette di rimuovere alcune limitazioni e censure imposte dai provider. Un esempio? Se un sito web è stato oscurato o posto sotto accesso limitato dal nostro gestore internet con il cambio DNS potremmo avere questi contenuti sbloccati.

I DNS più diffusi:

Svariati sono i server DNS ma due sono quelli più diffusi e migliori.

Google DNS:

  • Server DNS preferito: 8.8.8.8
  • Server DNS alternativo: 8.8.4.4

OpenDNS

  • Server DNS preferito: 208.67.222.222
  • Server DNS alternativo: 208.67.220.220

I DNS di Google sono queli più apprezzati, sono i più veloci e permettono di accedere ai siti che vengono oscurati dai provider italiani.

Come cambiare i DNS?

Windows

Il metodo migliore a mio parare è l’utilizzo di DNS Jumper, un software che in poco meno di due click permette il cambio dei DNS. Per gli utenti più esperti il procedimento è il medesimo di andare nelle impostazioni della scheda di rete e cambiarli manualmente.  DNS Jumper è quindi rivolto a chi cerca un tool più immediato per effettuare questi passaggi.

Come potete vedere l’interfaccia è parecchio semplificata, basta scegliere dal menù a tendina di “Choose a DNS Server” il server che più ci aggrada come per esempio quello di Google e poi cliccare su Apply DNS e il gioco sarà fatto. Sulla sinistra c’è anche un piccolo tool che effettua un test sulla velocità dei DNS, cliccando infatti Fastest DNS partirà il test.

Linux ( esempio con Ubuntu)

Apriamo il terminale e diamo il comando sudo nano /etc/resolv.conf

Troveremo questa schermata e basterà modificare le due stringhe nameserver nel modo in cui ho fatto io, a questo punto salvate.

Mac OS X

Su Mac OS la procedura è molto semplice, basterà recarsi in Preferenze di sistema > Rete e scegliere la propria (WiFi o Ethernet) a questo punto basterà cliccare su avanzate e spostarsi nella scheda DNS come mostrato in figura. A questo punto basterà aggiungere i server DNS.

Nulla di difficile quindi!

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: