Sapevamo tutti che sarebbe successo prima o poi ma questa volta il root è arrivato in tempo record per il nuovo Android 5 Lollipop installato sul Nexus 9 di HTC ufficializzato appena il mese scorso. Il merito del root è di chainfire che è riuscito a creare non solo il root di Lollipop ma anche una versione 64bit per superuser.

Al momento tuttavia non esiste una custom recovery per il Nexus 9 e dal momento che si tratta di un dispositivo uscito da poco sul mercato non è ancora possibile effettuare il root con il metodo CF AutoRoot in quanto il framework non è stato ancora aggiornato per aggiornare in tempo reale i kernel, un requisito di Android 5.0 e ingrado di lavorare con la nuova architettura a 64bit. Questo significa che se non abbiamo esperienza con i comandi fastboot è meglio attendere il rilascio della nuova versione.

La procedura è comunque molto semplice e chainfire ha fornito i 3 file necessari per la procedura. i Passaggi sono i seguenti:

  1. Abilitare fastboot eom unlock tramite il menu sviluppatori ed abilitarlo
  2. Eseguire in fastbook inject.img
  3. Eseguire in fastboot il flash del boot con patched.img.

Come spiegato sopra, chiunque sia un minimo pratico con ADB troverà la procedura estremamente semplice, mentre per gli altri consigliamo di attendere ancora un po’ per l’arrivo della versione con AutoRoot, su cui chainfire è già al lavoro.

Teniamo a mente che molte applicazioni con permessi di root presenti online e sul playstore potrebbero non funzionare a dovere su Lollipop in quanto Google ha effettuato massicci aggiornamenti anche alle API del sistema.Vi terremo aggiornati non appena vi sarà una metodologia di root più rapida.

Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: