Proprio qualche giorno fa vi abbiamo parlato dei programmi di Nokia per il futuro e dell’intenzione dell’azienda finlandese di disfarsi della divisione Here, il servizio mappe per device mobili, inizialmente nato per i dispositivi Lumia e poi reso disponibile sottoforma di app anche su Android, iOS, FirefoxOS, Ubuntu Touch, SailfishOS e Tizen.

Secondo alcune fonti Nokia chiederebbe 3 miliardi di euro (3.2 miliardi di dollari) per la vendita e molte sono le aziende mondiali interessate all’acquisto, tra cui Apple, Amazon, FacebookAlibabaSirius XMHarman International IndustriesSilver Lake Management, Hellman & Friedman, Apax Partners, General Atlantic, Baidu, BMW, Volkswagen/Audi e Daimler.

I motivi sono vari: Apple ad esempio ha lanciato nel 2012 un proprio servizio di mappe, che però si è rivelato talmente scadente da costringere l’azienda di Cupertino a riammettere Google Maps nello store per accontentare gli utenti più infuriati. Alibaba, la più grande azienda cinese di e-commerce e Baidu, il più importante motore di ricerca cinese, potrebbero invece essere interessati al fine di ampliare il proprio portfolio di servizi agli utenti.

here_maps

BMW, Volkswagen/Audi e Daimler invece vorrebbero ovviamente integrare Here nei navigatori satellitari delle proprie auto, mentre Sirius XM, il più grande provider via satellite, potrebbe voler offrire servizi integrativi ai propri utenti. Più sfumate invece le motivazioni di colossi come Facebook e Amazon e di società di private equity come Silver Lake Management, Hellman & Friedman, Apax Partners e General Atlantic.

La necessità di vendere Here Maps sarebbe dettata dal fatto che, nonostante il sostanzioso ricavato, la divisione fa segnare perdite ingenti, dovute ai costi troppo elevati che però magari, inquadrati in una differente forma di business, risulterebbero sostenibili, anche a fronte di ricavi maggiori di quelli generati da una semplice app.

Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: