Computer

HP Chromebook 11 è uno dei primissimi che debuttano in Italia, ma l'ultraportatile di Google e HP non ci ha convinto, scopriamo perché!

Siamo riusciti finalmente a provare approfonditamente un Chromebook, grazie ad HP che ci ha fornito la demo unit di HP Chromebook 11, un Ultra portatile destinato alla fascia bassa del mercato e che monta il davvero particolare Chrome OS.

Si tratta di un sistema operativo sviluppato tutto intorno al browser Chrome che tutti noi conosciamo e che probabilmente utilizziamo quotidianamente sul nostro PC con l’aggiunta di un ambiente desktop fornito di un molto semplificato file manager e di un player multimediale.

Purtroppo il modello che abbiamo avuto in test e che fa il suo ingresso sul mercato proprio in questi giorni, non è un modello di ultima generazione ed è stato presente sul mercato internazionale già da un po’ di tempo a questa parte. Partiamo quindi con la nostra recensione approfondita inquadrandolo prima con le migliori offerte dal web.

Amazon: 129,90€  ►  91,07€ logo offerta amazon

HP Chromebook 11 – Specifiche

HP Chromebook 11 recensione (10)

Le specifiche di questo Chromebook non fanno gridare al miracolo, ma stiamo parlando di un computer da meno di 300€. In ogni caso abbiamo a bordo una piattaforma basata su architettura ARM, con al centro un SoC Samsung Exynos 5 Dual (5250) di un paio di anni fa.

Affiancato a questo abbiamo un piccolo quantitativo di RAM non espandibile e 16 GB di memoria interna con un disco SSD a connettività eMMC. Per ora questa è l’unica configurazione del Chromebook di HP, ma presto ne dovrebbero arrivare di nuove.

La connettività, il fulcro essenziale del notebook, include il WiFi, il Bluetooth e un paio di porte USB 2.0. Ecco l’elenco delle specifiche al completo del notebook:

  • Schermo: 11.6 pollici LED antiriflesso TN a risoluzione 1366 x 768 pixel;
  • Sistema Operativo: Chrome OS;
  • CPU: Samsung Exynos 5 Dual con CPU dual core da 1.7 GHz Cortex A15;
  • GPU: Mali-T604;
  • RAM: 2 GB DDR3 1600 MHz (saldati);
  • Fotocamere: Webcam VGA;
  • Connettività: Wi-Fi 802.11a/b/g/n (2×2), Bluetooth 4.0;
  • SSD: 16 GB eMMC;
  • Porte: 2 USB 2.0, jack audio 3.5 mm, 1 microUSB per la ricarica, Slot per blocco di sicurezza;
  • Peso: 1,2 kg , dimensioni 30 x 20,57 x 2,04 cm;
  • Batteria, 3 celle 30 Wh.

HP Chromebook 11 – Design ed ergonomia

HP Chromebook 11 recensione (6)

Si tratta di un computer bello da vedere, con un design semplice e minimalista che gli dona eleganza e che permette a questo notebook di essere anche abbastanza facilmente trasportabile. Lo spessore non è proprio basso e il peso non è proprio il minimo che si possa avere su questa fascia considerando il nuovo EeeBook X205 di ASUS che stacca questo chromebook di circa 300 grammi.

In effetti da un portatile che monta un processore ARM e una batteria non poi così capiente, come andremo ad analizzare di seguito, ci aspettavamo di più in termini di spessore e peso essendo abituati ai numeri di tablet e smartphone che condividono la base di questa piattaforma.

Essendo poi una macchina fanless, la dissipazione passiva fa scaldare un po’ più dello standard (portando le temperature vicine ai 50 gradi) sulla fascia dei notebook di questo livello ma rende il prodotto completamente silenzioso, essendo anche sprovvisto di un disco rigido meccanico. L’espandibilità è molto limitata con sole 2 porte USB 2.0, niente uscita video e niente lettore di schede.

HP Chromebook 11 – Tastiera & touchpad

HP Chromebook 11 recensione (19)

Buoni i feedback sul comparto tastiera di questo Chromebook 11 di HP che si conferma una tradizionale tastiera senza tasti funzione, il che permette una buona digitazione con una buona corsa dei tasti che non risultano essere troppo rumorosi.

Manca ovviamente, essendo un prodotto di fascia entry-level una retroilluminazione, che ovviamente i sarebbe tornata utile. Qualche dubbio sulla colorazione bianca lo abbiamo, il che potrebbe portare la tastiera a sporcarsi più facilmente. Un po’ strana la mancanza di alcuni tasti come il Caps Lock e dei tasti funzione che ci portano a dover imparare delle nuove combinazioni da tastiera.

HP Chromebook 11 recensione (12)

Il touchpad è bello, ampio e potremmo dire in stile Mac, dal quale prende le sue ampie dimensioni molto comparabili. Quello che però non ci è piaciuto non è certo la risposta al dito ma un impostazione software che potrebbe molto risultare scomoda e difficile da raggiungere e che tra l’altro è molto molto ristretta e poco personalizzabile, il che comporta diversi errori se vogliamo effettuare il click destro del mouse che la maggiorparte delle volte viene interpretato come un click da tasto primario.

HP Chromebook 11 – Display

Tutto sommato si tratta di un’unità interessante, molto comparabile con quella del MacBook Air da 11 pollici, che però costa più del triplo. Il pannello utilizza una tecnologia antiriflesso, il che ci permette di regolare con molta più libertà il valore di luminosità per magari risparmiare qualche minuto o ora preziosa di autonomia.

HP Chromebook 11 recensione (14)

I colori, come conseguenza del pannello antiriflesso non sono proprio vividi ma in giro c’è sicuramente di meglio. Considerando però il punto di prezzo a cui questo prodotto ci viene proposto difficilmente HP si poteva adoperare per implementare un pannello di qualità superiore. Non c’è un vetro a protezione del display.

Il pannello è anche un TN e non un IPS, e a volte mi chiedo come mai su prodotti molto simili come i tablet si riesca ad inserirli mentre sui notebook no. La conseguenza sono ovviamente degli scarsi angoli di visuale che però in un uso frontale non vi daranno per nulla fastidio.

HP Chromebook 11 – Prestazioni

HP Chromebook 11 recensione (17)

Cominciamo a parlare dei punti deboli di questo Chromebook. Il prodotto probabilmente risente dei due anni che la propria CPU ha sul groppone, ma questa non è una giustificazione per un prodotto che è attualmente commercializzato come una novità sul mercato Italiano, anzi ne diventa una penalità.

In effetti le prestazioni di questo notebook non si sono rivelate eccezionali. Avvio in tempi compresi tra i 15 e i 20 secondi, che sono ridotti rispetto ad un classico PC con disco rigido ma che i concorrenti Windows con memoria flash riescono tranquillamente a superare.

Il sistema ci è inoltre sembrato non troppo ottimizzato. Chrome, come su tutte le piattaforme, non è parsimonioso quando si tratta di memoria RAM e quindi i primi problemi cominceranno a sorgere quando cercherete di aprire più di quattro schede sul vostro browser.

Abbiamo inoltre testato le performance con uno dei pochissimi giochi offline che troviamo sul Chrome Store che è Cut The Rope, il quale risulta completamente ingiocabile. Abbiamo eseguito alcuni benchmark web come SunSpider 1.02 con un risultato di 679 ms e Kraken JavaScript Benchmark con un tempo di 5258 ms. Con PeaceKeeper di FutureMark abbiamo ottenuto un punteggio di 1086 punti, superiore a quello di iPad 4 di Apple.

HP Chromebook 11 recensione (24)

HP Chromebook 11 – Multimedialità

Il comparto multimediale è molto limitato dal software su questo prodotto. Non abbiamo un ampia scelta di app dallo store, a meno di un debutto in massa come porting da Android già in atto, integrato nel sistema troviamo dei semplici player audio e video che magari potrebbero anche risultare poco utili dato il piccolo spazio di archiviazione presente a bordo (circa soli 9 GB liberi).

Il player multimediale integrato a bordo è molto basico. Non consente di modificare la traccia audio, i sottotitoli e inoltre non è dotato di tuti i codec più comuni come quelli AC3, il che rende alcuni file video MKV ad alta definizione non fruibili.

Il comparto audio è discreto ma manca completamente di opzioni per la personalizzazione e l’equalizzazione. La mancanza, inoltre, di un’uscita video non permette di utilizzarlo come Media Center di casa e lo penalizza molto sotto questo punto di vista. La webcam è una unità solo VGA dalla mediocre qualità appena sufficiente solo per le videoconferenze in bassa definizione.

HP Chromebook 11 recensione (23)

HP Chromebook 11 – Autonomia

Niente da fare, se i Chromebook vi avevano entusiasmato per avere ottime autonomie, almeno questo non è il caso. Il computer monta infatti una batteria piccola che deve alimentare un “computer” completo da 11 pollici ma con architettura a basso consumo ARM.

Nonostante questo il portatile in navigazione web, non ci consente di andare oltre le 5, massimo 6 ore, essendo più parsimoniosi, di autonomia con il valore di luminosità impostato al mezzo, valore raggiunto anche da soluzioni concorrenti più “tradizionali” come l’ASUS F200MA con CPU BayTrail o, come annunciato da HP, anche superate dallo stesso HP Stream che però monta uno schermo da 14 pollici.

Possiamo citare anche un altro esempio, il nuovo Acer V3 in versione da 11 pollici che garantisce un’ottima autonomia di 7/8 ore sotto Wi-Fi. Ma restando sempre in Chrome OS possiamo citare gli ultimi Chromebook di Acer con oltre 10 ore di autonoma, insomma HP non si è sforzata proprio al massimo sotto questo punto di vista.

HP Chromebook 11 – Software

HP Chromebook 11 recensione (8)

Chrome OS non è un sistema operativo completo. Utilizzando un PC con questo sistema sembra avere tra le mani un dispositivo estremamente limitato, molto chiuso e che lascia poco spazio all’utente. Questo potrebbe essere un bene, perché porta semplicità che è quello che i casual user chiedono, ma qui si esagera.

Vogliamo inoltre confermare il mito, Chrome OS richiede una connessione a internet per funzionare. La maggior parte delle applicazioni presenti sul Chrome Web Store sono dei semplici link ad app web e la suite Google Docs integrata non ne è da meno eccetto che per la lettura e la modifica di testo di file già presenti sul dispositivo o importati da un disco esterno.

Insomma avrete a disposizione mentre siete offline ad una suite di ufficio molto molto limitata, che per assurdo non vi consente nemmeno l’inserimento di immagini e nemmeno la creazione di un nuovo documento di testo, una nuova presentazione o un nuovo foglio Excel.

Quelle poche app offline reperibili sullo Store, come il già citato Cut The Rope non ci girano al meglio dando non pochi grattacapi all’utente finale. La notizia dell’arrivo di app Android su Chrome OS non ci fa che piacere, ma essendo sviluppate per un interfaccia completamente touch non potranno mai garantire un ottima esperienza di utilizzo. Siamo sotto la sufficienza insomma.

HP Chromebook 11 – Conclusioni

HP Chromebook è un computer non riuscito proprio benissimo, si tratta anche della prima generazione di computer di questa tipologia che comunque hanno evidentemente avuto bisogno di un giro di rodaggio tanto che i nuovi modelli hanno completamente abbandonato la piattaforma ARM.

Superato lo scoglio delle prestazioni però, comunque da verificare, resta quello dell’OS, un sistema operativo quasi inutilizzabile se si è all’esterno in mancanza di una funzionante rete Wi-Fi dato che su questo modello specifico non è nemmeno presente una connettività 4G.

Resta comunque un notebook ben costruito, con un ottimo assemblaggio e dei materiali adeguati, con un buon display nonostante sia un TN e una tastiera e un touchpad che soddisfano nonostante siano appartenenti ad una fascia di prezzo entry-level. Chissà se HP evolverà questo prodotto portando la qualità esteriore di questo modello anche su veri PC.

HP Chromebook 11 recensione pro e contro

HP Chromebook 11 – Offerte

HP Chromebook 11 è disponibile sullo store ufficiale di HP per l’italia nella colorazione verde oceano in argento anodizzato identica a quella da noi provata ad un prezzo di partenza di 269€, che, considerando quello che questo prodotto offre ci paiono un po’ troppi. Ecco le migliori offerte prese da Web:

Amazon: 129,90€  ►  91,07€ logo offerta amazon

HP Chromebook 11 – Galleria

Si ringrazia l’ufficio stampa HP per il sample testato

I voti di Techzilla

Il voto di Techzilla
I voti dei lettori
Vota qui!
Design ed ergonomia
8.0
Tastiera & touchpad
7.5
Display
7.5
Prestazioni e Multimedia
5.0
Autonomia
6.0
Software
5.0
Rapporto qualità/prezzo
6.0
6.4
Il voto di Techzilla
I voti dei lettori
Grazie per il tuo voto!
COMMENTA