Computer

HP Omen è il notebook da gaming che si fa elegante pur mantenendo alte le prestazioni e adottando le tecnologie di ultima generazione.

Finalmente siamo riusciti a mettere le nostre mani su HP Omen, il notebook da gaming di HP, il colosso Americano al quale questo segmento di PC mancava completamente dalla propria gamma di notebook disponibili a livello internazionale.

Non si tratta però del solito spesso e pesante notebook da gioco come altre aziende ci hanno abituati, ma di un elegante notebook sottile, elegante e ben costruito con materiali che non danno sensazione di “economico” pur mantenendo delle caratteristiche che rendono che fanno un sistema di questo genere più appetibile per i gamers.

Quella che andremo a vedere è la versione rilasciata anche sul mercato italiano durante lo scorso anno con processore e scheda grafica di ultima generazione per il periodo di lancio. Vedremo con i nostri soliti test come si comporta questo notebook in tutti gli scenari di utilizzo analizzando ogni suo componente. Ma prima di tutto inquadriamo la sua fascia di prezzo:

Trovaprezzi: 1310,99€ su logo offerta trovaprezzi

HP Omen – Specifiche

HP Omen recensione notebook gioco

Il modello che abbiamo ricevuto in test è l’unico disponibile in questo momento sul mercato italiano ed è basato sull’ultima generazione (ma non l’ultimo modello) dei processori Intel Core i7 quad core disponibili attualmente, mentre la quinta generazione apparsa sui listini Intel non è montata sui notebook in commercio, forse in attesa del lancio a Settembre dei nuovi processori.

Il modello è inoltre dotato di schermo da 15 pollici Full HD con pannello touchscreen, che magari non è il massimo dell’utilità per i gamers. Abbiamo inoltre una tastiera retroilluminata a tre zone di illuminazione: Il componente essenziale per questo notebook è una GTX 860M da ben 4 GB di RAM GDDR5.

Non si tratta dell’ultimo modello Nvidia ma è sempre un’ottima GPU mobile che approfondiremo in seguito. Ecco invece le specifiche complete del dispositivo:

Sistema OperativoWindows
Versione Sistema Operativo8.1
Dimensioni245.7mm x 382.9mm x 19.9mm
Peso2100 grammi
CPUIntel Core i7-4710HQ quad core 3.5 GHz
GPUIntel HD 4600 / Nvidia GTX 860M 4 GB GDDR5
RAM (GB)16 GB
Memoria interna (GB)256 GB
Pollici Display15.6
Risoluzione Display1920 x 1080
Porte

1 HDMI
1 cuffia/microfono combinati
4 USB 3.0
1 Mini DisplayPort

Vai alla scheda completa: Scheda tecnica HP Omen 15 2014.

HP Omen – Design ed Ergonomia

HP Omen recensione

Come potreste aver già capito dal titolo questo Omen è un notebook da gioco molto elegante e con un design davvero particolare ma molto “ingegnoso”. In effetti si tratta di una scocca estremamente sottile sui bordi in modo da dare l’impressione di estrema compattezza ma spessore che aumenta man mano che ci si allontana di circa 2 centimetri dal bordo e ci si avvicina alla cerniera.

In questo modo HP è riuscita ad avere un notebook allo stesso tempo molto sottile all’apparenza ma con spazio per un discreto sistema di raffreddamento a due ventole che si farà sentire durante le sessioni di gioco per raffreddare il potente processore da 47W in TDP e la GPU Nvidia ad alte prestazioni.

Discreto e non di più perché in realtà il notebook scalda e scalda molto, specie se utilizzato in ambienti che in questo periodo raggiungono molto facilmente i 30 gradi centigradi, aria condizionata a parte. Il calore si distribuisce inoltre uniformemente su tutto il portatile e vi impedirà di utilizzarlo sulle ginocchia di questi tempi o con i polsi accanto al touchpad per molto tempo.

HP Omen recensione

Questo non è necessariamente un problema per il notebook, che è fatto per resistere a determinate temperature ma più per l’utilizzatore del notebook. Abbiamo inoltre notato che sollevando l’HP Omen con una di quelle basi con ventola integrata, pur non accendendola si hanno notevoli miglioramenti sul fronte delle temperature. Magari nel prossimo modello sarebbe opportuno rialzarlo un po’ di più o rivedere la distribuzione del calore.

Bellissimo, sin dalla confezione

Ad ogni modo il notebook è notevolmente più leggero della media e supera di poco la soglia dei 2 kg, cosa che lo rende molto trasportabile nonostante appartenga alla categoria dei desktop replacement per autonomia e prestazioni delle quali vi parleremo nei prossimi paragrafi.

Ma il design non si ferma al solo notebook ma invade anche la confezione del portatile che similarmente all’HP Omen contenuto al suo interno ha i bordi inclinati richiamando inevitabilmente il design del notebook. Abbiamo inoltre un’enorme logo Omen che centrato sulla confezione fa la sua bella figura.

Ottimo per riscaldarsi di inverno…

Tutte le porte sono collocate sul retro, il che elimina i cavi dai lati ma rende notevolmente più scomodo il collegamento di una qualsiasi periferica USB o di un monitor esterno. Ottima invece la collocazione delle prese d’aria (due, una per ventola) sulla parte posteriore che evita che aria calda ad oltre i 40 °C vi invada le mani, le braccia o il viso.

HP Omen recensione

Da menzionare ovviamente i LED sparsi su tutto il notebook. Possono cambiare colore il LED del pulsante di alimentazione, i LED della parte sinistra della tastiera, i LED dei tasti W – A – S – D, i LED della parte centrale e i LED della parte destra della tastiera. Infine cambiano anche colore i LED al di sotto degli altoparlanti di sistema che seguono l’audio della scheda audio integrata. Abbiamo infine dei LED sulle griglie per l’aria posteriori che non possono cambiare colore.

HP Omen – Tastiera e Touchpad

Mentre la tastiera è un componente essenziale in un notebook da gioco, il touchpad non è il dispositivo di input preferito dai videogiocatori per ovvi motivi di praticità, preferendo il mouse. Però in questo caso HP non si è risparmiata inserendo in questo modello un touchpad delle stesse dimensioni di quello montato a bordo dello Spectre x360.

HP Omen recensione

Purtroppo però non si tratta dello stesso modello, lo abbiamo trovato un po’ meno liscio al tocco e inoltre non supporta le gesture Microsoft Precise Touchpad non appena tirato fuori dalla scatola, ma un aggiornamento di Synaptic in arrivo con Windows 10, dovrebbe mettere una pezza a questa mancanza.

Ma tornando alla tastiera, non si tratta certamente di una tastiera paragonabile alle tante con connettività USB da gaming disponibili in commercio, ma si tratta di una delle migliori tastiere a membrana che abbiamo provato su un notebook di queste dimensioni.

HP Omen recensione gaming notebook

La corsa dei tasti forse non è la migliore, ma è assolutamente stabile e non flette affatto, nemmeno nel punto centrale. Una nota negativa potrebbe stare nella retroilluminazione che è un po’ troppo debole. Infine da notare la presenza di sei tasti programmabili sulla sinistra per alcune funzioni nei giochi o per alcune macro impostabili dal software in dotazione, ma attenzione la tastiera vera e propria non è centrata proprio per questo, ci dovrete fare l’abitudine o sbaglierete più di una volta le lettere premute.

HP Omen – Display

HP Omen recensione

Parliamo ora del display montato a bordo di questo HP Omen. Si tratta di un pannello da 15 pollici con cornici abbastanza sottili. Il pannello è un modello IPS di fascia lata con una risoluzione di 1920 x 1080 pixel e con un pannello touchscreen che si interpone tra voi e lo schermo LCD.

Ottimo display, qualità eccellente in “soli” 1080p

La luminosità del pannello è decisamente elevata e riesce a superare quella dei monitor più comuni e molto si avvicina a quella già molto alta dell’HP Spectre x360, che però montava un pannello più piccolo (13.3 pollici) e ad una risoluzione molto maggiore (2560 x 1440).

Proprio a proposito di risoluzione possiamo dire che si tratta di un’ottima scelta quella di restare su una risoluzione Full HD. In questo modo non si ha la necessità di aumentare troppo lo scaling di Windows e allo stesso tempo si riesce ad avere uno dei migliori compromessi per qualità visiva e consumi energetici su un 15 pollici.

HP Omen recensione notebook da gioco

Anche in questo caso dobbiamo dire che il touchscreen pur facilitando le operazioni di pulizia dello schermo e ad essere a tratta molto comodo per operazioni che richiederebbero più tempo con il touchpad risulta essere un limite al display stesso.

Non parliamo di impronte in questo caso perché, non trattandosi di un convertibile è raro l’utilizzo del touchscreen, ma i riflessi non dipendono dal modo di utilizzo e ci sono sempre, specie negli ambienti più luminosi il che vi costringerà ad alzare la luminosità al massimo il che ridurrà la già non elevata autonomia.

HP Omen – Prestazioni

HP Omen recensione notebook da gioco

Per quanto riguarda le prestazioni siamo ad alti livelli, davvero. Abbiamo a bordo un processore Intel Core i7 ad alte prestazioni e con quattro core fisici integrati. Il TDP del Core i7-4710HQ lo conosciamo tutti, ed è di ben 47 W. Proprio grazie al processore e alla GPU ad alte prestazioni il notebook scalda davvero tanto e il calore è avvertibile anche con carichi di lavoro non troppo pesanti.

Nessun componente a basso consumo


A corredare il tutto ci sono un SSD da 256 GB che sfrutta la tecnologia di connessione nel minuscolo formato M.2 che utilizza un’interfaccia PCIe, oltre a ben 16 GB di memoria di sistema DDR3 a 1600 MHz che rendono al massimo l’esperienza di multitasking su questo HP Omen.

Proprio questo mix di processore ad alte prestazioni e disco SSD ad alta velocità che ci consente di raggiungere un livello di “velocità” di sistema davvero senza precedenti e che si allineano a quelle di un notebook di fascia alta che si rispetta, anche tra i modelli premium della categoria. Non parliamo tanto di prestazioni quanto sopratutto di reattività.

Abbiamo quindi eseguito i nostri classici benchmark che ci raccontano le prestazioni del processore e della scheda grafica. Il Cinebench ci ha allineato il processore a quello del RaionBook GK3, alla fine solo 100 MHz nella frequenza e un anno nella data di commercializzazione li separano.

SSD PCIe e processore quad-core l’accoppiata perfetta

Per quanto riguarda il fronte SSD abbiamo eseguito il classico Crystal Disk Mark ad impostazioni standard e 3D Mark per misurare le prestazioni grafiche della GTX 860M che si colloca, come previsto, al di sotto della GTX 970M che abbiamo provato su un altro notebook da gioco. Infine con il Feature Test abbiamo confrontato le prestazioni grafiche con le DirectX 11 e le DirectX 12. Lo svantaggio della GTX 970M probabilmente è dovuto (in questo caso) alla scarsa maturità dei driver per Windows 10 di qualche mese fa.

Di seguito trovate tutti i benchmark in alcuni grafici. Per quanto riguarda il gaming abbiamo dedicato il paragrafo che segue.

 

HP Omen – Gaming

SI tratta di un notebook da gioco e lo abbiamo provato con dei titoli solidi che vi possono dare un’idea di quelle che sono le prestazioni reali in gaming di questo notebook, benchmark grafici a parte. Per confronto lo abbiamo affiancato al laptop da gaming che abbiamo provato qualche tempo fa, il RaionBook GK3, il portatile componibile Clevo della italiana RaionTech.

Non il meglio per il gaming ma ci siamo

I risultati sono ovviamente appannaggio del secondo notebook per la sua GPU più potente e più recente di una generazione, ma HP Omen si difende comunque molto bene, rendendosi in grado di far girare la maggior parte dei giochi di ultima generazione anche a 1080p cosa non scontata.

HP Omen recensione notebook gioco

Abbiamo provato quindi GTA V, Assassin’s Creed Unity (un titolo molto pesante), Total War Rome II e Shadow of Mordor guardando anche le prestazioni di questo notebook con Battlefield 4 che resta ancora oggi un gioco molto impegnativo nonostante non sia di ultima generazione. Chiude un test con The Witcher 3 con dettagli medi a 1080p. Il titolo è assolutamente giocabile a risoluzioni più basse.

Di seguito potete trovare i risultati del nostro confronto con il RaionBook e un grafico riassuntivo delle prestazioni in gaming di questo HP Omen versione 2014.

Chiudiamo con un piccolo paragrafo dedicato al sistema audio Beats Audio montato a bordo di questo HP Omen. Si tratta di una coppia di altoparlanti stereo non eccellenti, anzi, proprio su altri notebook HP abbiamo trovato di meglio. L’audio non è corposo e la presenza dei bassi è debole.

HP Omen – Autonomia

HP Omen recensione notebook da gioco

Per quanto riguarda l’autonomia non ci aspettavamo molto da questo notebook e, infatti, la batteria, pur essendo un’unità da 57 Whr a 4 celle non riesce a garantire una solida autonomia che su altri prodotti di questa fascia prestazionale abbiamo visto solo con batterie da 9 celle (vedi il Dell XPS 15 o il MacBook Pro Retina 15 entrambi con schermi a risoluzione più alta ma con GPU meno potenti).

Buona per un notebook da gioco, scarsa per un portatile del 2015

In effetti il notebook riesce ad avere un’autonomia di circa 4 ore in navigazione web con Internet Explorer che sappiamo consumare molte meno risorse se confrontato con Google Chrome, il tutto con connettività WiFi e con la luminosità media.

In un altro scenario di riproduzione video in streaming con un player HTML5 e con Microsoft Edge siamo riusciti a superare le quattro ore il che è un risultato più che degno per un notebook di questo genere. In gaming non vi aspettate più che una o due ore di autonomia.

Autonomia HP Omen 15 recensione

Abbiamo infine eseguito il benchmark PC Mark 8 in modalità Work con Wifi acceso e luminosità nel valore medio indicabile di sistema. Il benchmark che esegue in loop produttività con LibreOffice, navigazione web e una simulazione di video chiamate tenendo il WiFi acceso per tutta la durata ci ha restituito un valore di poco superiore alle tre ore.

HP Omen – Software

HP Omen recensione

Per quanto riguarda il software a bordo troviamo le solite applicazioni preinstallate di HP per la gestione degli aggiornamenti e della garanzia e quella per la gestione della recovery. Abbiamo però in questo caso una serie di applicazioni che ci consentono di gestire le funzionalità esclusive di questo HP Omen.

Abbiamo quindi HP Omen Control che ci consente di avere a disposizione la possibilità di personalizzare i tasti programmabili presenti sul lato sinistro della tastiera, di personalizzare l’illuminazione della tastiera, delle bande laterali e del tasto di alimentazione come descritto prima e altre funzioni come la disabilitazione del touchscreen, la velocità della ventola e la disattivazione di alcuni tasti come quello Windows, funzione che in gaming potrebbe tornarvi utile.

Preinstallato a bordo troviamo McAfee che consigliamo di rimuovere e poco altro come un software per la webcam di Cyberlink e il media player della stessa azienda. L’OS “out of the box” è Windows 8.1 aggiornato all’ultima release disponibile ed aggiornabile gratuitamente a Windows 10 anche se l’azienda sul proprio sito non ha ancora pubblicato la suite ufficiale dei propri driver come hanno iniziato a fare altri (vedi ASUS).

Una nota negativa sta nei driver del touchpad che non sono ben ottimizzati e a volte cambiano funzionalità associate alle gesture senza alcun motivo apparente. La situazione è al momento un tantino più grave con Windows 10 con il quale sono attive le gesture di precisione della Microsoft ma che misteriosamente svaniscono in modalità multi-monitor.

HP Omen – Conclusioni

HP Omen recensione (25)

HP è un’ottima macchina da gioco e lo sarà ancora di più una volta aggiornato con le ultime GPU di Nvidia e con il nuovo processore Intel Core i7 quad core. Lo scenario per il quale questa gaming machine si rivela particolarmente interessante in scenari di utilizzo che comportano un’estrema mobilità.

HP Omen è davvero il più elegante notebook da gioco

I soli 2.1 kg di peso rendono questo notebook adattissimo alle trasferte e molto più portatile di altre macchine da 15 pollici anche meno potenti. Alla buona riuscita del notebook concorrono la perfetta costruzione, la tastiera di ottima fattura e l’ampio touchpad nonché uno dei migliori display Full HD disponibili.

Fanno però particolare risalto alcuni contro, specie se consideriamo il prezzo così alto. Primo fra tutti è l’assenza di un chip WiFi dual band e che supporti lo standard di comunicazione ac che, data l’assenza di un porta RJ45 poteva dare qualche vantaggio in più alla connettività di rete dell’HP Omen, mentre il secondo riguarda il sistema di raffreddamento, efficace per i componenti interni sì, ma avvertire il calore all’esterno del notebook dà parecchio fastidio, specie in questo periodo dell’anno.

  • Pro
  • Design apprezzabile
  • Display ottimo
  • Peso molto contenuto
  • Gaming con tutti i titoli recenti ma...
  • Contro
  • ...Con componenti non aggiornatissimi
  • Manca il WiFi 5 GHz ac
  • Riscalda parecchio

HP Omen – Offerte

HP Omen è stato lanciato nel nostro Paese a 1499€ lo scorso anno, un prezzo molto adeguato a quella che è la dotazione hardware del notebook. Purtroppo con la riduzione del valore dell’euro sul dollaro, dopo arrotondamenti di listino, si è arrivato a 1899€ con la possibilità di poterlo acquistare un po’ di tempo fa a 300€ di sconto.

A nostro parere questo prezzo è un po’ troppo elevato nonostante la dotazione del notebook con disco SSD PCIe e nonostante il design sottile, leggero ed elegante. La migliore offerta online si aggira sui 1600€. L’alternativa che più ci si avvicina è MSI GS60 2QE Ghost Pro che però in maniera simile costa molto pur avendo più opzioni per l’espandibilità (Hard Disk + SSD). Ecco le migliori offerte dal web per HP Omen:

Guarda le offerte su: Amazon.it logo offerta amazon
Trovaprezzi: 1599,00€ su logo offerta trovaprezzi

HP Omen – Galleria

Si ringrazia HP Italia per il sample in prova

I voti di Techzilla

Il voto di Techzilla
I voti dei lettori
Vota qui!
Design ed Ergonomia
8.2
5.0
Tastiera e Touchpad
8.0
5.2
Display
9.0
5.7
Prestazioni
9.0
3.5
Gaming
9.0
3.2
Autonomia
6.5
2.7
Software
8.0
3.3
Rapporto qualità/prezzo
7.5
4.0
8.2
Il voto di Techzilla
4.1
I voti dei lettori
2 voti
Grazie per il tuo voto!

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo:
COMMENTA