HTC One X, come sappiamo è il top gamma della linea One, surclassato dalla sua rivisitazione One X+, ed è il primo smartphone ad essere stato commercializzato con il potente processore Nvidia Tegra 3 quad-core.

Uscito con Android Ice Cream Sandwich 4.0.3, HTC One X non si conquistato da subito i favori del popolo del web poichè provvisto di qualche problemino (software) di troppo. Infatti a livello tecnico sono pochi gli appunti che si possono fare al device, ottimo display, ottimi materiali, ottimo assemblaggio, tanta memoria a disposizione e un design che sicuramente piace ai più. Ma gli scatti nella home, i live wallpaper che si bloccavano al cambiamento di pagina in home, il browser non al 100% decretarono che non doveva essere lo smartphone della rinascita di HTC, Da qualche giorno il produttore taiwanese ha rilasciato ufficialmente l’aggiornamento ad Android Jelly Bean 4.1.1 per il suo One X che sembra essere rinato. Noi l’abbiamo provato e questa è la nostra prova.

HTC ONE X Jelly Bean

HTC ONE X – INTERFACCIA SENSE 4+

Oltre a riceve il nuovo update del sistema operativo di BIG G, HTC One X ha ricevuto in dote la nuova interfaccia chiamata Sense 4+ che diventa molto più stabile, molto più reattiva e molto più incentrata sull’utente in modo da rendere semplice ogni operazione e intuitiva ogni minima funzione. L’aspetto grafico resta simile a quello della versione 4.1 della Sense, la home è sempre quella, stesso vale per la lock screen che si presenta sempre con le 4 icone in basso per lo l’accesso rapido e lo sblocco con l’anello. Piccola critica che facciamo è la “scomodità” di dover per forza avere le stesse icone della dock nella lockscreen; nella Sense 3.0 questa personalizzazione era possibile, purtroppo ora è andata persa.  Perdiamo, poi, qualche simpatico effetto grafico nel menu delle applicazioni ma ne guadagniamo sicuramente in fluidità e reattività che la fanno da padrona su questo device.

Anche il menu delle impostazioni cambia leggermente in funzione di Android Jelly Bean 4.1.1 e diventa di più semplice utilizzo. Come potete vedere abbiamo l’accesso al menu HTC Media Link HD che ci permette di visualizzare (tramite un dongle applicato alla TV) le immagine del nostro smartphone. Inoltre abbiamo anche il menu Beats Audio che però non ci permette di visualizzare e personalizzare i parametri dell’audio ma ci consente solo di attivare o disattivare il settaggio preimpostato beats. Per il resto l’aspetto grafico anche qui viene mantenuto e abbiamo sempre il simpatico effetto a fisarmonica.

Ovviamente, come HTC ci ha da sempre abituato, Sense significa anche grande possibilità di personalizzazione e nella versione 4+ di questa UI ciò non viene smentito e abbiamo molti profili, settaggi, skin e sfondi da poter usare per avere ogni giorno uno smartphone diverso o meglio uno smartphone sempre adatto alle varie esigenze che abbiamo nella vita personale o lavorativa che sia.

Sense 4+

L’elevata personalizzazione della Sense 4+ passa anche per i widget che come da tradizioni sono numerosi e ben curati che han fatto un pò la fortuna della Sense di HTC! Uno su tutti il widget del meteo che in accoppiata alle animazioni ha sempre lasciato un pò tutti a bocca aperta.

Anche la tendina delle notifiche è stata leggermente ridisegnata, spostata in alto informazioni circa ora e data e aggiunto un rimando rapido al risparmio energia. I comandi rapidi che vedete inseriti nel riquadro rosso non sono nativi dell’aggiornamento ma li abbiamo inseriti noi, cosa che invece ci avrebbe fatto piacere facesse HTC stessa, ma come vedete con Android qual’ora vi fosse una mancanza possiamo andare tranquillamente a rimediare da noi. Tendina delle notifiche che risulta più comoda e che permette di visualizzare più notifiche rispetto alla precedente versione.

Piccola parentesi apriamo anche per la tastiera che è stata meglio adattata alle dimensioni del dispositivo, è stata eliminata la file di frecce direzionali che occupavano una porzione di schermo ed è stata introdotta la tastiera swipe che funziona egregiamente oltre alla possibilità di utilizzare offline i comandi vocali.

HTC ONE X – MULTIMEDIA

Il lato multimediale eccelleva già su One X con Android ICS e HTC non poteva fare altro che perfezionare quelle pecche che aveva il dispositivo. Sul lato fotografico nulla da dire. La Sense è sicuramente la miglior interfaccia fotografica e che permette molti settaggi, impostazioni e personalizzazioni già dalla schermata di scatto! In più la comodità di avere interfaccia fotografica e videocamera in un unica schermata è molta soprattutto se si deve passare rapidamente da una funzione all’altra! In più qui manteniamo la possibilità di scattare foto durante la registrazione video che avviene fino a 1080p quindi FULL HD.

Di nuovo c’è solo la possibilità di attivare e/o disattivare il flash e la possibilità di switchare fra fotocamera anteriore e posteriore direttamente dall’intefaccia principale.

Ridisegnata e migliorata anche la galleria multimediale che ora risulta più rapida poichè non avremo il caricamento di tutti i nostri album nella stessa schermata ma HTC ci da la possibilità di andare a scegliere quali album caricare, quindi fra quelli:

  • galleria fotografica,
  • galleria Facebook,
  • galleria Dropbox,
  • galleria Flickr,
  • galleria Picasa,
  • galleria SkyDrive.

Tappando sui riquadri avremo l’opportunità di andare a visualizzare le varie foto. Un aspetto sempre più social della galleria multimediale della Sense che ci piace molto.

Stesso aspetto della galleria lo ritroviamo anche nel player musicale di HTC che si presenta come uno dei migliori e più completi. Avremo l’opportunità quindi di andare a scegliere fra:

  • musica presente in locale sul dispositivo,
  • musica eventualmente scaricata da SoundHound,
  • accedere a TuneIn Radio,
  • andare sullo store di 7digital.

Lo speaker ci sembra essere migliorato, con questo aggiornamento ci sembra molto più potente e più ricco di timbriche. Non è da dimenticare la possibilità di attivare, inserendo le cuffie, l’equalizzazione Beats che ci rende l’audio più ricco di bassi e più profondo.

HTC ONE X – OFFICE, EMAIL E AUTONOMIA

La parte office di HTC One X è molto ben curata! Come abbiamo già detto la Sense 4+ arriva a coprire e migliorare ogni aspetto di Android. La parte calendario si integra alla perfezione con i social network che andremo a impostare sul nostro dispositivo. La parte di lettura e modifica dei file è affidata a Polaris Office che in passato su qualche dispositivo ci ha creato qualche grattacapo ma qui ha letto tranquillamente tutti i file word o excel di test.

Molto buona anche la parte relativa alla Radio FM e comoda la presenza di un registratore vocale. Il client email non ha molte personalizzazioni e implementazioni, infatti ci sarebbe piaciuto poter visualizzare elenco e anteprima dell’email quando ruotiamo il telefono ma dovremo ricorrere al Play Store. Client che non ha pecche se non per il problema che affligge tutti i dispositivi da Android 4.0 in su e che non si permetti di visualizzare l’intero contenuto della mail.

L’autonomia è rimasta molto buona, riusciamo a concludere comunque la giornata tipica di utilizzo con 3 client gmail che si sincronizzano in automatico, 1 client facebook che si sincronizza ogni 30 minuti, 1 client twitter che si sincronizza ogni 15 minuti, 1 client instagram che si sincronizza in automatica, tanto whatsapp e molto browser web. Il dispositivo ci ha sempre portato a sera (verso le 8.30) senza attivare il risparmio energia, che entra comunque in funzione quando la carica residua raggiunge il 15%. Se teniamo attivato il risparmio energia, l’autonomia si incrementa di circa due ora senza però rinunciare alle prestazioni che ci sono sembrate eguali.

HTC ONE X – BROWSER INTERNET

Diego Abatantuono avrebbe detto “ecceziunale veramente!!!”. Infatti queste sono le nostre impressioni. Browser completamente rinato, è il comparto migliorato di più con il nuovo aggiornamento, merito anche del project butter introdotto con Android Jelly Bean 4.1. Caricamenti rapidi, fluidità ottima, diminuisce con il flash player, che si può sempre installare come apk o è tranquillamente usabile se venite da Android ICS. Caricamento con più pagine in background senza problemi. Unica critica che possiamo fare è la mancanza di eliminare l’ultima pagina presente ma doverne aprire sempre una nuova e procedere all’eliminazione della penultima. Per il resto non possiamo fare che i complimenti ad HTC.

HTC One X – Conclusioni

Un telefono completamente rinato con questo aggiornamento, quasi non sembra lui. Tante come abbiamo visto le novità introdotte, a partire dall’utilissimo Google Now, che non vanno a inficiare sulle prestazioni, anzi le aumentano esponenzialmente portandolo a competere senza alcun tipo di problema con device della concorrenza come il Samsung Galaxy S3 che si scontrerà proprio con il nostro HTC One X. Un telefono che ci sentiamo vivamente di consigliarvi che può trovarsi ad un prezzo che si assesta sulle 450€-500€. La strada tracciata da HTC è quella giusta e ci auguriamo continui così in modo da ritornare ai fasti e alle glorie di un tempo.

Ringraziamo l’ufficio Stampa di HTC Italia

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: