Huawei è saldamente il terzo produttore di smartphone al mondo: grazie ai suoi prodotti dall’ottimo rapporto qualità-prezzo, l’azienda cinese specializzata in telecomunicazioni ha saputo ritagliarsi la sua importante fetta di mercato, costringendo tutti noi a impararne bene la giusta pronuncia.

Oggi vi parlo dell’attuale modello di punta di Huawei, in una versione tutta nuova e potenziata: sto parlando dell’Ascend Mate 7 Gold, che vede un importante upgrade in memorie e connettività rispetto al primo modello.

Huawei Ascend Mate 7 Gold – Offerte

Prezzo: 24,90€  ► In offerta su Amazon.it a 19,01€ (Risparmi 5,89€) Amazon Prime

Migliore offerta sul web ► 21,05€ da Maxy shop power

eBay: 235,0€ Huawei Ascend Mate 7 32GB Gold GRAD

Huawei Ascend Mate 7 Gold – Videorecensione

Huawei Ascend Mate 7 Gold prime impressioni unboxing
L’unboxing di Mate 7 Gold sembra non finire mai!

Huawei Ascend Mate 7 Gold – Prime impressioni

Il nuovo modello di Huawei Ascend Mate 7 Gold (nel nostro caso si tratta di una limited edition, donataci da Huawei in occasione del milione di dispositivi venduti) si presenta esteticamente identico alla versione standard: l’unica novità visibile è questa nuova colorazione, più che Gold lo definirei Champagne, in quanto troviamo una tonalità dorata sobria, elegante e per nulla vistosa.

Nella nostra scatola di prova, oltre al telefono, troviamo un’incredibile serie di accessori: oltre ai classici auricolari (standad, non in-ear), cavo USB-microUSB e adattatore da parete, troviamo diverse chicche come una flip cover magnetica con finestra e un cavo con doppio microUSB maschio per utilizzare il telefono come powerbank d’emergenza. Decisamente niente male.

Impossibile l’utilizzo con una sola mano

Preso in mano il dispositivo, non si può far finta di niente davanti a dimensioni così importanti: seppur le cornici siano di dimensioni contenute, si ha un dispositivo imponente e impossibile da gestire con una mano.

La costruzione è impeccabile e i materiali sono fantastici: alluminio ben lavorato che dona una sensazione premium, ma allo stesso tempo rende il dispositivo un po’ troppo liscio e scivoloso senza cover. Sembra proprio un HTC One Max (ben) rivisitato.

Huawei ha fatto le cose in grande con questo Mate 7 Gold, che rispetto alla versione standard sembra ancora più “chic”.

Huawei Ascend Mate 7 Gold display schermo
Mate 7 Gold si ferma ad un display FullHD, ma è davvero un’ottima unità.

Huawei Ascend Mate 7 Gold – Display

Il display di questo Huawei Ascend Mate 7 Gold è davvero fantastico, ma non esente da difetti (almeno per quanto riguarda la mia unità di prova). Si tratta di un pannello IPS da ben 6 pollici con risoluzione FullHD 1920×1080 di ottima fattura, con colori accesi ma non “finti” e angoli di visione molto ampi. Anche se non abbiamo l’ultima risoluzione 2K, posso ammettere che ormai siamo al limite dell’utilità e anche con una risoluzione “solo” FullHD la resa è fantastica.

La luminosità automatica è perfetta, riesce a regolarsi in maniera fantastica e possiamo anche scegliere un valore “medio” su cui variare. La luminosità massima è davvero elevata e non si hanno problemi di visualizzazione nemmeno sotto la luce diretta del sole.

Le cornici sono ridotte, non all’osso come abbiamo visto sugli ultimi LG, ma di certo si può parlare di un’ottima gestione degli spazi.

Un display ben fatto, non all’ultimo grido ma più che soddisfacente.

Non abbiamo i neri assoluti di un SuperAMOLED ma la resa di questo display assicura un utilizzo a tutto tondo grazie a dimensioni e risoluzione: navigare, leggere testi e riprodurre contenuti multimediali è un piacere.

Presente anche la possibilità di tarare manualmente la temperatura colore del display, ma io sono più che soddisfatto della regolazione di default.

Il touchscreen è molto preciso e reattivo, nessun problema in questo ambito.

Unico difetto, che devo ammettere non mi sarei aspettato e che probabilmente riguarda solo la mia unità, è uno strano fenomeno di “light bleeding” che si nota solo a massima luminosità e su schermate tutte nere: praticamente alcuni led di retroilluminazione sono tarati male, e illuminano troppo alcune zone del display che risultano grigie.

Huawei Ascend Mate 7 Gold hardware processore ram
Hardware muscoloso, ma il Mate 7 Gold non lo sfrutta a pieno

Huawei Ascend Mate 7 Gold – Hardware

L’hardware di questo Huawei Ascend Mate 7 Gold è decisamente da top di gamma, seppur “diverso” da tutti i suoi concorrenti: abbiamo un processore Hisilicon Kirin 925 octa-core big.LITTLE con 4 core a 1.8GHz e altri 4 a 1.3GHz, 3GB di RAM, 32GB di memoria interna espandibile e ben 4100mAh per quanto riguarda la batteria. A prima vista, parliamo di un hardware di rilievo in ogni ambito, ma il processore Kirin made-in-Huawei ancora non è paragonabile ai processori top di Qualcomm: nonostante ci sia stato un bel passo in avanti rispetto ai precedenti tentativi, ancora non c’è un’ottimizzazione estrema, cosa che finora sembrano garantire solamente i processori Snapdragon.

Sistema OperativoAndroid
Versione Sistema Operativo4.4.2 EMUI 3.0
Dimensioni157mm x 81mm x 7.9mm
Peso185 grammi
CPUHisilicon Kirin 925, Mali T624
RAM (GB)3
Memoria interna (GB)32 GB / 64 GB
Pollici Display6
Risoluzione Display1080 x 1920
Tipologia DisplayIPS
Megapixel Fotocamera13
Capacita batteria (mAh)4099

Vai alla scheda completa: Scheda tecnica Huawei Ascend Mate 7 Gold.

Le prestazioni sono più che buone, i giochi girano senza patemi e ogni operazione viene svolta in maniera veloce e scattante, ma i 3GB di RAM al momento non offrono un particolare vantaggio, anche perché il caricamento della schermata multitasking non è fulmineo a causa dell’animazione un po’ lenta e alcune applicazioni si ricaricano pur non essendo state chiuse. Misteri.

Questo Huawei Ascend Mate 7 Gold ha anche la possibilità Dual SIM Full 4G, con entrambe le schede che possono connettersi alla massima velocità disponibile. Uno dei due slot della SIM è però condiviso con la microSD per l’espansione dei 32GB di memoria interna, costringendoci ad una scelta tra ulteriore storage e Dual SIM.

La durata della batteria è l’unica vera eccellenza

La batteria da 4100mAh rappresenta uno dei comparti più riusciti del telefono: ammazzarlo in un giorno è quasi impossibile, io ci sono riuscito solo dopo 15h di utilizzo con 6h di schermo acceso, connettività 4G perenne e streaming musicale via Bluetooth, praticamente utilizzando tutta la connettività presente sul telefono. Mediamente, la batteria dura un giorno e mezzo, anche due con un utilizzo piuttosto blando.

Parlando del sensore di impronte digitali posso dire che è abbastanza preciso e presenta la possibilità di registrare fino a 5 dita diverse con varie angolazioni. Devo però ammettere che per non farlo sbagliare mai ho dovuto usare tutti gli slot delle dita sul mio indice destro, perché con un solo slot occupato mi capitava di non avere uno sblocco immediato. Può darsi che io sia particolarmente impreciso, ma anche vista la posizione in cui è stato posizionato il sensore, difficilmente userete altro dito al di fuori dell’indice.

Presente il comodo LED di notifica, la ricezione è molto buona, così come ogni tipo di connettività si dimostra all’altezza: Wi-Fi solido, GPS preciso e NFC presente. Non stupisce così come non delude.

Huawei Ascend Mate 7 GoldHuawei Ascend Mate 7 Gold software android os
Android 4.4 KitKat e EMUI 3.0: aspettando Lollipop, questo Mate 7 Gold non se la passa male…

Huawei Ascend Mate 7 Gold – Software

Huawei Ascend Mate 7 Gold monta Android 4.4.2 KitKat, non l’ultima versione disponibile del robottino verde ma sufficiente per far girare tutto senza problemi di compatibilità. Non si hanno notizie ufficiali riguardo le tempistiche dell’aggiornamento ad Android 5.0 Lollipop, che non dovrebbe tardare troppo ad arrivare visto che Huawei considera il Mate 7 Gold il suo top di gamma.

Huawei personalizza pesantemente questa distribuzione di Android, montandoci sopra la sua EMUI 3.0, che ricorda da vicino iOS e le ultime versioni della MIUI: non c’è un app drawer, tutto viene disposto sulla schermata principale, c’è la possibilità di installare temi, ecc.

EMUI 3.0: un po’ iOS, un po’ MIUI

Alcuni temi sono graficamente discutibili, come quello a tinte dorate preinstallato, ma altri sono piacevoli e si sposano bene con lo stile flat e minimale di questa nuova EMUI.

Chicca che ho particolarmente apprezzato è quella di organizzare la tendina delle notifiche secondo un ordine cronologico, cosa utile per capire la successione temporale degli avvisi.

Non presenti, invece, particolari accorgimenti per utilizzare il dispositivo con una mano o per sfruttare meglio i 6 pollici. Le uniche possibilità sono proposte nella barra di navigazione, rivisitata in stile Lollipop: abbiamo la possibilità di nasconderla del tutto e sfruttare l’intero display, spostare tutti i tasti verso un lato e inserire un ulteriore tasto per richiamare la tendina delle notifiche senza dover arrivare fin lassù.

Il browser integrato non ha veri problemi se non una certa lentezza, vi consiglio di utilizzare Chrome.

Presenti anche i classici programmi di risparmio energetico, pulizia del dispositivo e gestione delle notifiche, che non ho mai usato anche grazie alla batteria a lunga durata.

Huawei Ascend Mate 7 Gold fotocamera camera foto
Mate 7 Gold non spicca per le foto, si comporta da medio di gamma

Huawei Ascend Mate 7 Gold – Fotocamera e multimedialità

Huawei non ha mai spiccato per le sue doti fotografiche, e questo Mate 7 Gold conferma questa tendenza. Troviamo posteriormente una fotocamera da 13 megapixel BSI con autofocus e flash LED, mentre anteriormente troviamo una 5 megapixel grandangolare. Gli scatti sono più che buoni con tanta luce, con colori ben riprodotti e un buon dettaglio, mentre c’è troppo rumore in condizioni di luce scarsa. La fotocamera anteriore non è niente di particolare in quanto a qualità, ma è ben riuscita per l’ampiezza della ripresa, che permette di farsi un selfie più largo, quindi con più persone incluse.

Un phablet multimediale soddisfacente ma non eccellente.

I video sono il FullHD 1080p (ancora manca il 4K, ma non ne sento ancora l’esigenza), e li definirei buoni: rispecchiano le performance degli scatti con una buona qualità di giorno mentre qualche dettaglio in meno con luci fioche. Manca lo stabilizzatore ottico d’immagine, cosa a cui ormai i top di gamma non dovrebbero più rinunciare. Evitate quello digitale, che rischia di rendere impresentabile il video. L’audio viene catturato in maniera pulita, anche se ogni tanto i rumori ambientali non vengono cancellati completamente.

C’è anche una possibilità di scatto rapido (o semplice apertura delle fotocamera, modificabile nelle impostazioni) cliccando due volte il tasto volume down, così come la possibilità di scattare la foto – o meglio i selfie – toccando il sensore di impronte digitali.

Il software, che ricorda troppo, ma davvero troppo da vicino quello di iPhone, ha un giusto numero di impostazioni, non arriva ai settaggi completamente manuali che qualche fotografo più esperto potrebbe richiedere, ma non mancano filtri di colore, HDR (anche nei video) e la modalità panoramica full resolution (anche nei selfie).

Il dispositivo riesce a riprodurre video fino a FullHD, risultando invece un po’ scattoso su un mio file 4K provato a riprodurre con VLC. Lo speaker posto sul retro riproduce audio ad un volume molto elevato ma che può essere facilmente attutito se coperto.

Huawei Ascend Mate 7 Gold – Foto Scattate

Huawei Ascend Mate 7 Gold conclusioni finale
Mate 7 Gold è un telefono equilibrato, con ottima autonomia e dimensioni esagerate

Huawei Ascend Mate 7 Gold – Conclusioni

Huawei Ascend Mate 7 Gold è la versione top di un telefono già top. La versione non-Gold è già un’ottima unità, che consiglio di prendere in considerazione a chi non cerca un dispositivo dual-SIM. Al momento il GB di RAM in più non è sfruttato, o almeno non c’è una differenza notevole nell’utilizzo quotidiano.

Questo modello Gold ha un’anima ancora più chic, con questa colorazione champagne veramente elegante. Il prezzo aumenta di 100€, arrivano a 599€ di listino (che diventa circa 500€ come street-price).

Il suo essere phablet è il suo unico difetto

I pregi sono quelli di un dispositivo performante, bello, solido e che non muore mai. Il difetto maggiore è la “stazza” di questo dispositivo: le dimensioni esagerate potrebbero renderlo un dispositivo non per tutti, perché per il resto è un dispositivo di sicuro affidamento.

In un periodo in cui il mercato dei phablet si sta espandendo, annoverando anche un iPhone in questo settore, Huawei ha fatto vedere di poter battagliare col coltello tra i denti, puntando sul miglior rapporto qualità-prezzo del mercato. Senza rinunce.

Huawei Ascend Mate 7 Gold – Galleria fotografica

Huawei Ascend Mate 7 Gold – PRO

  • Sensore di impronte digitali preciso e reattivo
  • Display che permette un’ottima fruizione multimediale
  • Batteria dura a morire
  • Ricca dotazione
  • LED di notifica presente
  • Materiali pregiati
  • Costruzione solida
  • Dual SIM Full 4G

Huawei Ascend Mate 7 Gold – CONTRO

  • Dimensioni troppo generose
  • Fotocamera da medio di gamma
  • Posizionamento dello speaker deficitario

I nostri voti

Design ed ergonomia8
Materiali e costruzione10
Display8.5
Prestazioni8.5
Autonomia10
Fotocamera e multimedialità8.5
Rapporto qualità/prezzo8.5
Voto finale8.9

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: