Intel ha annunciato che i suoi nuovi processori Broadwell di quinta generazione sono in ritardo a causa di problemi alla produzione con processo a 14nm. I problemi di produzione sono legati al fatto che si producono troppe unità difettose o che non rispettano gli standard di qualità.

I nuovi processori Broadwell sarebbero dovuti entrare in produzione nel corso dell’ultimo trimestre del 2013. Ora, invece, a causa di questi problemi il tutto è stato ritardato fino al prossimo anno e ci si aspetta un avvio della produzione di massa nel primo trimestre del 2014.

Per ora Intel non ha molto su cui preoccuparsi in quanto è avanti a tutti ed è l’unica che produce a 22nm mentre gli altri, compresi i SoC ARM più recenti sono a 28nm. Comunque la nuova generazione di CPU Broadwell di Intel, che succederà ad Haswell, dovrebbe essere destinata in un primo momento solo al settore mobile e soltanto in seguito anche per le applicazioni desktop.

Via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: