Wearable Intel Curie in passerella per monitorare lo stress delle modelle

I moduli "Intel Curie" per dispositivi wearable sono stati sviluppati con l'aiuto dello stilista britannico Hussein Chalayan

Intel ha scelto la passerella della Paris Fashion Week per mettere alla prova i suoi moduli per wearable conosciuti con il nome in codice di “Intel Curie“. Il gigante californiano dei semiconduttori ha chiesto l’aiuto del famoso stilista britannico di origine turco-cipriota Hussein Chalayan per realizzare cinque set composti da occhiali e cintura smart da far indossare ad altrettante modelle che scenderanno in passerella per presentare la sua collezione Primavera/Estate per il 2017.

Gli smart glasses sono dotati di elettrodi EEG capacitivi progettati per captare gli impulsi cerebrali attraverso il contatto con le tempie; il ponte e i naselli degli occhiali ospitano invece un cardiofrequenzimetro ottico e un microfono per la misurazione della variazione della frequenza cardiaca e di quella respiratoria. Le informazioni vengono processate dal modulo Curie utilizzando quello che Intel chiama “sensor fusion”, il quale dovrebbe essere in grado di calcolare il livello di stress delle modelle.

intel curie stress modelle chalayan

Tali dati arrivano tramite la connettività Bluetooth Low Energy alle cinture stampate in 3D, dotate anch’esse del proprio modulo Curie, oltre che di un “Intel Compute Stick” progettato per elaborare e visualizzare i dati metrici relativi allo stress. Un pico-proiettore situato sulle cinture, infine, si occupa di proiettare sul muro antistante la passerella la rappresentazione in immagini dello stress delle modelle misurato in tempo reale.

Le modelle hanno ricevuto istruzioni ben precise: durante la loro discesa in passerella dovranno tentare di ridurre lo stress inalando col naso per sei secondi ed esalando per quattro secondi. Se tutto andrà come previsto, le animazioni proiettate dovrebbero cambiare mostrando al pubblico la diminuzione del livello di stress delle modelle. Stando alle immagini dei massicci accessori realizzati da Intel, sarà difficile vedere applicazioni reali del modulo Curie in tempi brevi, anche se chiaramente si tratta di una interessante dimostrazione della tecnologia wearable Intel. Rimaniamo in attesa di sviluppi futuri.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: