Al Computex di Taipei Intel ha introdotto un nuovo assortimento di processori Extreme Edition, capitanati dalla punta di diamante Intel Core i7-6950X, prima CPU deca-core consumer del gigante dei semiconduttori californiano. Per il prezzo non propriamente indifferente di 1723 dollari, ci si può portare a casa un mostriciattolo da 3GHz capace di lavorare su 20 thread in contemporanea, oltre che dotato di 25MB di cache e di modalità turbo con frequenza massima raggiungibile pari a 3.5GHz.

Ci si potrebbe chiedere cosa dovrebbe farsene l’utente di un processore così potente; la risposta di Intel è molto semplice, e lascia presagire un nuovo concetto di computing: il cosiddetto “mega-tasking” (in opposizione all’attuale multi-tasking). Lo scenario immaginato da Intel è quello del gamer che, mentre gioca al suo titolo preferito alla risoluzione 4K, contemporaneamente registra e opera il processo di encoding del video relativo alla sua sessione di gioco live, e lo condivide in streaming su Twitch a 1080p.

Intel Core i7 enthusiast

L’incremento nel numero di core rende questo nuovo processore della serie EE la migliore soluzione per eseguire in parallelo task multipli che richiedono una potenza computazionale molto elevata. I dati con cui Intel presenta le sue nuove CPU sono da acquolina in bocca: rendering 3D più veloce del 35%, video editing con Adobe Premiere Pro più veloce del 25%, transcoding video con HandBrake più veloce del 20% (il tutto rispetto al precedente top di gamma Intel Core i7-5960X).

La nuova famiglia di CPU presentata al Computex e dedicata al panorama enthusiast ha nome in codice Broadwell-E, e non si limita allo spettacolare Core i7-6950X. Al più ragionevole prezzo di 1089 dollari è disponibile il Core i7-6900K, octa-core da 3.2GHz. Scendendo di prezzo, è possibile accaparrarsi il Core i7-6850K esa-core da 3.6GHz, mentre per 434 dollari si possono mettere le mani sulla novità più economica, il Core i7-6800K da 3.4GHz, seconda soluzione con sei core.

Intel Core i7 enthusiast

Non è facile vendere processori desktop di fascia enthusiast oggigiorno, considerando il fatto che i miglioramenti prestazionali sono sempre meno evidenti, e che il mercato è già saturo di soluzioni performanti e convincenti. Per questo motivo Intel ha deciso di adottare un approccio più aggressivo, portando con sé a Taipei una truppa di CPU Extreme Edition che veramente fa fede al suo nome, senza trascurare la compatibilità dei chip: le nuove soluzioni Broadwell-E sono infatti supportate dal chipset X99, che già supporta le CPU Haswell-E.

Tutti i nuovi processori sono venduti in stato “unlocked“, e dunque adatti per l’overclock e per il tuning (non per niente il segmento merceologico si chiama “enthusiast”); tutti i nuovi processori supportano la modalità quad-channel per la memoria. Non è ancora stata diramata una data di commercializzazione per le nuove CPU, che dovrebbero però essere disponibili in maniera “imminente”. Se avete in mente di realizzare una piattaforma VR che non lascia nulla al caso, Intel ammicca e bussa alla porta.

Samsung Galaxy S7 Smartphone, Oro, 32 GB Espandibili [Versione Italiana]
Foto Samsung Galaxy S7 Smartphone, Oro, 32 GB Espandibili [Versione Italiana]
[trovaprezzi_img name=”Samsung Galaxy J5″]
Zalman Z11 PLUS HF1 Case da Gioco Mid Tower, Nero
Foto Zalman Z11 PLUS HF1 Case da Gioco Mid Tower, Nero
Via

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here