Intel ha ufficialmente lanciato la prima ondata dei suoi processori Ivy Bridge con una nuova tecnologia tri-gate dei transistor: si tratta dei primi chip al mondo prodotti a 22 nanometri.

Il chipmaker ha pubblicato una lista di 13 nuovi processori quad-core e ha promesso che i nuovi dual-core arriveranno più tardi in primavera.

Il CEO Paul Otellini ha detto all’inizio di questo mese che il “grosso” della lineup iniziale di Ivy sarebbe arrivato sui PC desktop. Tuttavia, Apple dovrebbe utilizzare i nuovi chip quad-core in un aggiornamento alla sua linea di MacBook Pro. Oltre al processo a 22 nm, Ivy Bridge offre prestazioni del 20 per cento superiori con un consumo del 20% inferiore.

Ivy Bridge introduce anche una tecnologia dei transistor su cui Intel lavora da 11 anni. Passando dai classici transistor piatti e bidimensionali ai nuovi transistor tridimensionali, i “tri-gate transistor,” Intel è riuscita a migliorare sia le prestazioni che l’efficienza energetica con un aumento minimo dei costi di produzione.

“Un sacco di gente aveva pensato che la legge di Moore stava volgendo al termine “Kirk Skaugen, Intel PC business chief, ha detto alla BBC. “Intel invece è riuscita a rispettarla, producendo per la prima volta un transistor tridimensionale.

A sinistra design tradizionale; a destra Intel tri-gate

Anche la grafica è un settore chiave per i nuovi processori. Ivy Bridge supporta la risoluzione 4K e sarà caratterizzato da un incremento delle prestazioni del 60 per cento rispetto all’attuale generazione di chip Sandy Bridge.

Oggi Intel dovrebbe pubblicare il comunicato stampa ufficiale che chiarirà tutti i dubbi sulla nuova famiglia di processori Ivy Bridge, restate sintonizzati.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: