Ogniqualvolta Apple rilascia un nuovo iPhone, gli acquirenti sono spesso costretti ad effettuare una piccola serie di acquisti – che si tratti di un case protettivo o di un adattatore per la macchina – per accessoriare il proprio nuovo, costoso gioiellino. C’è dunque da scommettere che quest’anno, dal momento che Apple ha deciso di rimuovere dal suo nuovo iPhone 7 il classico jack audio da 3.5 pollici, il mercato degli accessori sarà ancora più florido.

iphone 7 accessori

Apple ha deciso di includere in bundle, per l’acquisto degli iPhone 7 e iPhone 7 Plus, un adattatore audio da 3.5 millimetri e un paio di auricolari Lightning EarPods. Ma non sarà sufficiente per placare le necessità dei consumatori. E nessuno lo sa meglio dei produttori di accessori third-party, che ogni anno analizzano attentamente i problemi posti dagli ultimi ritrovati tecnologici per risolverli ad un prezzo conveniente. La controversa decisione di Apple, che ha privato il suo nuovo melafonino di una delle porte audio più utilizzare oggigiorno, crea una complessa serie di problemi per i consumatori, trasformando di fatto l’iPhone 7 in un formidabile catalizzatore di mercato per tutti i produttori di accessori che decideranno di dedicarvi la propria attenzione.

La perdita del jack audio per le cuffie è probabilmente un problema a breve termine, come la stessa azienda di Cupertino ha sottolineato. Si tratta in effetti di una transizione inevitabile che, in ogni caso, prima o poi doveva avvenire (anche a causa della diffusione delle tecnologie di riduzione attiva del rumore). Ma nel corso di questa transizione gli utenti faranno di tutto per conservare le proprie abitudini, e per ottenere ciò si rivolgeranno al mercato degli accessori, siano essi adattatori, dongle o soluzioni specializzate per la ricarica. E non è solamente una questione di cavi e cavetti: anche se l’iPhone 7 ha le stesse dimensioni del suo predecessore, gli utenti saranno costretti a cambiare case sia per gli iPhone 7 Plus con doppia fotocamera, sia per gli iPhone 7 classici, la cui nuova fotocamera ha dimensioni differenti rispetto a quella dei modelli precedenti.

iphone 7 accessori

I produttori di accessori per iPhone hanno l’opportunità di sfruttare al meglio questo momento. Ci si aspetta che il gap venga colmato in brevissimo tempo dai produttori third-party, ma in realtà alcuni, come Belkin e Anker, hanno già messo in campo le loro proposte. Un nuovo accessorio di Belkin, che verrà commercializzato a ottobre al prezzo di circa 40 dollari, permetterà di ricaricare il proprio iPhone 7 e di ascoltare in contemporanea la musica dagli auricolari. L’adattatore contiene due porte Lightning , ed è dunque compatibile con i nuovi EarPods di Apple, ma proprio per questo motivo è compatibile anche con l’adattatore da 3.5 millimetri di Apple, permettendo agli utenti di ascoltare le proprie canzoni preferite con gli auricolari classici.

iphone 7 accessori

Anker invece è al lavoro su nuovi auricolari Lightning, che verranno commercializzati a fianco della propria linea di auricolari bluetooth wireless. Anker, popolare produttore con base in Cina, è noto al pubblico prevalentemente per i suoi prodotti e gadget per la ricarica presenti su Amazon. Nel momento in cui Apple introduce una maggiore complessità al proprio parco interfacce, l’utenza verosimilmente convergerà su soluzioni che permetteranno di ricaricare tutti i propri dispositivi Apple in un colpo solo. Ad esempio, l’ultimo caricatore da tavolo a cinque porte di Anker, contenente una porta USB Type-C, copre praticamente ogni scenario per i possessori di MacBook.

iphone 7 accessori

Tutte le parti coinvolte nel processo di adattamento al nuovo iPhone 7 – naturalmente con Apple in prima fila – ne trarranno forti guadagni, fintanto che i consumatori continueranno a fidarsi di Apple: l’azienda della mela morsicata promette infatti una transizione indolore che andrà a tutto beneficio dei consumatori. Ma indipendente dalla pubblica opinione, è chiaro che l’anno a venire confermerà l’importanza della presenza dei produttori di accessori nell’ecosistema Apple. Si tratta di brand i cui nomi non sono mai al centro dell’attenzione, ma che nel momento del bisogno sono sempre in cima alla lista. Dovremo forse aspettarci che, entro qualche mese, nomi come Anker, Aukey, Belkin, Mophie e tanti altri diventeranno più familiari ai possessori di device Apple di ultima generazione.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: