Ancora una volta, un’auto distrutta da uno smartphone difettoso. Questa volta, però, il colpevole non è un Samsung Galaxy Note 7, bensì un iPhone 7. La maledizione del “7”, potremmo dire. La dinamica è sempre la stessa: il telefono, attivato da meno di due settimane, ha preso fuoco in maniera inaspettata. Sfortunatamente per il possessore dell’iPhone, la combustione del telefono è avvenuta quando si trovava nella sua auto, causando ingenti danni al mezzo.

Non si tratta di un episodio isolato, ed è proprio per questo motivo che la posizione del nuovo iPhone 7 si aggrava sensibilmente. Dal momento che i casi di incendio cominciano ad accumularsi, Apple potrebbe essere costretta ad adottare delle contromisure e, nel peggiore dei casi, ad avviare una campagna di rientro, parziale o globale.

iphone 7 va a fuoco
La carcassa dell’iPhone 7 – 7 News AU

Mat Jones, proprietario del melafonino, si è recato presso una spiaggia con la sua auto per tenere una lezione di surf. Stando a quanto riportato da Jones, il telefono è stato lasciato in auto sotto una pila di vestiti. Tornato dalla lezione, l’istruttore di surf ha trovato l’auto piena di fumo. Il telefono aveva preso fuoco, bruciando quasi completamente l’interno della vettura. Jones ha riferito che l’iPhone 7 si stava letteralmente sciogliendo.

Apple è al corrente dell’incidente e ha aperto una indagine per scoprire le cause dell’incendio. Lo scopo è quello di determinare se l’iPhone 7 abbia preso fuoco a causa di un difetto o per cause esterne. Si ritiene che il calore accumulato all’interno della vettura, lasciata al sole, potrebbe aver accelerato il processo di combustione. Ovviamente non si tratta di un motivo sufficiente per giustificare l’accaduto, dato che non si trattava di una situazione estrema: un oggetto di uso quotidiano come un telefono non dovrebbe mai arrivare a prendere fuoco in una circostanza del genere, per quanto essa possa essere sfavorevole.

iphone 7 va a fuoco
Quel che rimane dell’auto dell’utente australiano – 7 News AU

È comunque un dato di fatto che, complice l’introduzione delle tecnologie di ricarica veloce, le batterie degli smartphone sono soggette ad uno stress maggiore rispetto al passato e tendono a deteriorarsi più velocemente a causa delle alte temperature raggiunte. Il consiglio è quello di evitare qualsiasi situazione che possa portare ad un ulteriore surriscaldamento del proprio smartphone, qualunque esso sia, fermo restando il fatto che i produttori dovrebbero sempre garantire la sicurezza dei propri consumatori.

Via

Partecipa alla discussione