iPhone a prova di attacco hacker • Apple sfida l’FBI

La decisione di rinforzare la sicurezza dell'iPhone arriva a seguito del contrasto con l'FBI sulla strage di San Bernardino

Un iPhone inviolabile. È questo il sogno di Apple, ma quel che appare una positiva dedizione nei confronti della sicurezza dei propri utenti, nasconde una realtà più profonda e tante controversie. Il polverone, che coinvolge Apple, l’FBI e  importanti personalità del mondo dell’informatica, si è sollevato dopo la triste vicenda della strage di San Bernardino: il 2 dicembre del 2015, due attentatori provocarono la morte di 14 persone ed il ferimento di altre 23 in un centro per disabili della località californiana.

Le indagini portarono al ritrovamento dell’iPhone di uno dei due attentatori, ma gli agenti governativi non riuscirono ad accedere ai contenuti del telefono, ritenuti importanti per le indagini. La richiesta rivolta ad Apple dal governo degli Stati Uniti per la realizzazione di un software che permetta di violare gli smartphone di casa Apple in casi di questo genere è rimasta inascoltata. Apple, al contrario, si è opposta con tutte le forze, affermando che lo sviluppo di un software di questo genere metterebbe a rischio la sicurezza di tutti i telefoni, dato che costituirebbe in sostanza un backdoor per il bypass del blocco.

iphone inviolabile

In risposta alle pressioni governative, stando a quanto riportato dal New York Times, il colosso di Cupertino avrebbe dunque deciso di approntare un sistema di sicurezza che impedisca persino ad Apple stessa di accedere ai propri iPhone senza conoscere il codice di sicurezza dei propri telefoni.

Una decisione pilatesca, secondo alcuni (tra cui Bill Gates), dal momento che ciò permetterebbe ad Apple di risolvere il problema – anzi, i problemi, dato che sono arrivate richieste di intervento anche da parte di familiari di utenti deceduti che avrebbero voluto recuperare le foto dei propri parenti dai loro iPhone bloccati –  alla radice, scaricando la responsabilità di gestione delle problematiche dei prodotti Apple sulla propria tecnologia di sicurezza.

iphone inviolabile

Certo si tratta di una questione molto controversa, specie si prende in considerazione lo scandalo – peraltro ben lungi dall’essere dimenticato – delle intercettazioni, denominato Datagate, che ha coinvolto l’NSA e dunque il governo degli Stati Uniti d’America. È dunque veramente difficile giudicare chi abbia ragione e chi torto, ammesso che ci si possa limitare ad una interpretazione così semplicistica e manichea degli eventi.

Fonte

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Commenti recenti

Ti potrebbe interessareRELATED
Consigliati per te