Per chi ha avuto la fortuna di essere presente al X018 di Microsoft sa già di cosa stiamo parlando oggi. Per tutti gli altri è arrivato finalmente il momento di vedere Goku, Vegeta e Freezer, Frieza, raggiungere il loro massimo livello di potenza visto in Dragon Ball Super.

Jump Force è solo l’ultimo titolo di una fortunata serie di picchiaduro dove più universi, tutti trattati dalla rivista giapponese Shoen Jump, si scontrano tra loro. I personaggi di Dragon Ball, One Piece, Bleach, Naruto, City Hunter, I Cavalieri dello Zodiaco e molti altri si daranno battaglia a colpi di super mosse uniche per ogni personaggio, per vedere quale franchise è il più forte della storia.

Il titolo, che è in arrivo il 15 febbraio per PlayStation 4, Xbox One e PC Digital è prossimo all’uscita e man mano che ci avviciniamo alla data riusciamo a conoscere sempre più particolari.

Nel trailer che vedete sopra abbiamo finalmente avuto la conferma che Goku e Vegeta saranno in grado di raggiungere il livello Super Saiyan Blue, mentre il cattivone più simpatico dell’anime di Akira Toriyama, raggiungerà lo stadio finale golden.

La particolarità del titolo Jump Force stà nella perfetta amalgamazione di una grande varietà di personaggi diversi tra loro, al momento sono 24 quelli confermati:

  • Dragon Ball: Goku, Vegeta, Frieza
  • One Piece: Luffy, Zoro, Blackbeard, Sanji, Sabo
  • Naruto: Naruto, Sasuke
  • Bleach: Ichigo, Aizen, Rukia
  • Yu-Gi-Oh!: Yugi
  • Saint Seiya: Seiya, Shiryu
  • Hunter X Hunter: Gon, Killua, Kurapika, Hisoka
  • YuYu Hakusho: Yusuke, Toguro
  • City Hunter: Ryo
  • Fist of the North Star: Kenshiro

(tutti i nomi sono della versione inglese del fumetto)

Non ci resta che aspettare e sperare che la lista di personaggi giocabili aumenti esponenzialmente.

Per tutte le informazioni è possibile seguire il nuovo canale Instagram di Bandai Namco aperto poco prima dell’ultimo Lucca Comics.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: