ELLINGTON, Nuova Zelanda – Due anni fa Kim Dotcom, il fondatore di Megaupload, scherzava per e-mail con i suoi nuovi vicini in Nuova Zelanda circa la sua reputazione di cattivo ragazzo, svelando loro il suo passato da hacker e aggiungendo però che ora aveva buone intenzioni.

“Sono un ex hacker” che un tempo fu condannato per insider trading, ha scritto, prima di spiegare: [quote]”In tutta serietà: Mia moglie, i miei due figli ed io amiamo la Nuova Zelanda e ‘Veniamo in pace'”.[/quote]

I messaggi di posta elettronica di Dotcom sono venuti alla luce il giorno stesso in cui il giudice ha negato la cauzione dopo l’arresto per le accuse degli Stati Uniti di violazione del copyright e un funzionario Usa ha confermato l’arresto di un quinto membro di Megaupload.

Riportiamo ora alcuni estratti delle email di Kim Dotcom:

[quote]”Quindici anni fa ero un hacker e 10 anni fa sono stato condannato per insider trading. Da allora sono stato un bravo ragazzo, i miei precedenti penali sono stati cancellati, e ho creato una società di successo su Internet che impiega più di 100 persone”.[/quote]

Nel 2002 Dotcom era stato giudicato colpevole di aver manipolare i prezzi delle azioni per guadagnare 1,1 milioni di dollari.

In tutto, per la vicenda Megaupload, le autorità statunitensi hanno accusato sette uomini per cospirazione e stanno ancora cercando l’arresto dei rimanenti due uomini. Gli USA stanno inoltre cercando di estradare i quattro uomini arrestati in Nuova Zelanda.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: