E così, dopo mesi di rumors e indiscrezioni, sembra sia stato finalmente svelato il mistero del nuovo Kindle, il successore del popolarissimo Kindle 3 di Amazon. A rivelare tutti i dettagli del nuovo dispositivo non è Amazon, ma un sito americano, TechCrunch, che è entrato in possesso del Kindle Tablet in anteprima mondiale. TechCrunch è uno dei siti più autorevoli del panorama IT statunitense, dunque il resoconto è più che attendibile. Ma si chiamerà Kindle Tablet, Kindle Tab, Kindle 4 o Kindle Air? Lo sa solo Jeff Bezos, ma è inutile girarci intorno: si tratta del Kindle 4, ed è così che ci riferiremo a lui fino all’ufficializzazione.

Amazon in realtà aveva in programma di lanciare sul mercato due modelli, da 7 e da 10 pollici, ma ha deciso di rimandare il 10 pollici al prossimo anno, continuando con il suo “spirito originario” e cioè: uno alla volta, un Kindle per volta. Va chiarito subito: Kindle 4 è molto diverso da Kindle 3, Nook 2 e compagnia bella; non è un e-book reader, o almeno non nel senso finora attribuito al termine. Kindle 4 è un tablet Android, schermo capacitivo, niente e-ink, niente autonomia calcolata in mesi, niente lampadina obbligatoria per leggere al buio. Schermo LED da 7 pollici, autonomia di 10 ore e sistema operativo Android.

Deludente? Mm.. Sento un pò di amaro in bocca. Delusione no, e più avanti spiegherò perchè, ma questa volta speravo proprio nell’e-book reader definitivo, nel Kindle 4 che mandasse in pensione le librerie casalinghe, e che facesse chiudere le edicole, le fumetterie e le librerie (almeno per quanto riguarda la mia sfera personale, nota dell’autore). Speravo in un Kindle 4 con pannello e-ink a colori, con supporto per i formati più comuni e per i .cbr (formato digitale per fumetti), autonomia di svariate settimane, alta risoluzione, più tutta la nuvola di servizi Amazon, dal cloud allo store.

Kindle 4 reale è un’altra cosa, non necessariamente in senso negativo, ma è un’altra cosa. Si tratta di un tablet Android unico nel suo genere. Amazon e Google hanno collaborato per realizzare una versione di Android specifica per il nuovo Kindle, che integrasse al meglio i servizi e le funzionalità offerte dalla compagnia di e-commerce statunitense. Il prezzo è allettante: 250$ per un tablet Android sono pochi, scarse che siano le prestazioni del dispositivo, e sinceramente dubitiamo che Amazon possa proporre un Kindle “scarso”.

La domanda che mi sto facendo in queste ore è: Emanuele, comprerai comunque il Kindle 4? Non riesco a darmi una risposta, i fattori in gioco sono parecchi: Amazon.it lo distribuirà anche in Italia? Se sì, a che prezzo (200€)? Come verrà accolto il tablet di Amazon nell’affollato mare di tablet Android, che cos’ha in più rispetto agli altri?

Vi lascio con il mockup del Kindle 4: l’immagine è stata realizzata dai ragazzi di TechCrunch, a cui è stato vietato di pubblicare foto del dispositivo.

Per avere informazioni tecniche sul Kindle 4 Tablet vi rimandiamo all’articolo: prima review del Kindle 4.

Emanuele Strano 

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome