Bob Feldstein, ex dipendente di AMD ed attualmente VP Technology Licensing presso NVIDIA, ha rivelato attraverso il suo profilo LinkedIn che l’accordo raggiunto da Microsoft e l’azienda americana produttrice di micro-chip e processori (AMD) è costato più di 3 miliardi di dollari.

Ma perché tutti questi verdoni andati nelle tasche di AMD? semplice; come evidenziato dallo stesso Feldstein, l’accordo prevedeva la progettazione e lo sviluppo di una nuova soluzione per Xbox One. Ciò ha richiesto moltissima accuratezza nonché coordinazione tra i vari team di esperti e vari incontri dei dirigenti responsabili aziendali per organizzare tutto al meglio; un processo complesso durato alcuni anni che ha appunto, il valore di 3 miliardi di dollari.

Microsoft si era comunque sbilanciata poco tempo fa sull’argomento, rivelando di avere in programma il raggiungimento di 1 miliardo di console vendute entro l’anno vitale della prossima generazione, circa 5 anni. Se l’investimento si rivelasse una mossa azzeccatissima, i dirigenti di Redmond si vedranno crescere gli introiti ripagandosi addirittura l’investimento fatto con AMD.

1 miliardo di Xbox One sono tante, troppe. Il mercato è già ampiamente soggiogato, oltre da Microsoft, anche da Sony con l’imminente PS4, e da Nintendo con la sua Wii U. Riuscirà l’ultima arrivata in casa Microsoft a surclassare tutti gli altri?

Ti invieremo all'incirca una email a settimana, e puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: