Nonostante un buon vecchio libro di carta abbia i suoi pro e il suo fascino, è indubbio che essi siano pesanti, costosi e spesso troppo datati per quando vengono comprati.  A quanto pare a Cupertino non sono gli unici a puntare molto sui libri di testo digitali e dopo la presentazione del nuovo iBooks e del uovo concetto di libro scolastico, ecco che anche “ai piani alti” si cerca di imporre questa nuova tecnologia.

Il segretario all’educazione  Arne Duncan e  Julius Genachowski hanno dichiarato ai microfoni degli Associated Press che l’amministrazione Obama vuole introdurre questi nuovi testi digitali a tutti gli studenti nel giro di 5 anni. Il principale vantaggio secondo Genachowski sarebbe che quando gli studenti incontrano qualcosa che non comprendono, il libro digitale gli permette di esplorare il contenuti. A sostenere questo, l’amministrazione ha pubblicato un documento di 67 pagine denominato “Digital Textbook Playbook” che illustra sotto molti aspetti il motivo di tale decisione.

Grazie a questa azione, è stimato che ogni studente risparmierà circa 600$ annuali per l’acquisto dei libri di testo, in quanto essi verranno distribuiti a costi molto inferiori tramite mezzi digitali. Inoltre l’educazione “digitale” sembra essere per molti studi più coinvolgente di quella tradizionale, spronando gli studenti a studiare in maniera più piacevole. Il passo è ancora lungo, ma l’idea c’è.

via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: