Eccezion fatta per Asus, che recentemente ha annunciato il nuovo ZenWatch 3, sembra che nessun altro produttore di smartphone Android  – ed in particolare LG, Huawei e Lenovo/Motorola – abbia intenzione di rilasciare uno smartwatch basato sul sistema operativo Android Wear per tutto il resto del 2016. Se da un lato è vero che LG quest’anno ha già presentato, all’inizio del 2016, un nuovo smartwatch, ovvero il Watch Urbane 2nd Edition LTE, va ricordato che Huawei e Lenovo/Motorola hanno tradizionalmente utilizzato la seconda metà dell’anno per presentare le proprie proposte smartwatch. Ma l’IFA 2016 è ormai giunta a termine, e non vi è stata traccia alcuna di smartwatch.

smartwatch android wear
Watch Urbane 2nd Edition LTE

Il 2016 potrebbe dunque essere ricordato come l’anno della transizione tra gli smartwatch Android Wear realizzati principalmente dalle compagnie produttrici di smartphone, a quelli realizzati dai produttori tradizionali di orologi e dai brand appartenenti al mercato della moda. Il sistema operativo Google per smartwatch è stato infatti già utilizzato di recente da Fossil e Michale Kors, trasformando lo smartwatch da un accessorio geek a un prodotto di moda.

L’altra sponda vede invece Samsung, alle prese con il sistema operativo proprietario Tizen, e Apple, con il suo watch OS 3, dominare la scena senza rivali. Nuova linfa al settore potrebbe giungere invece proprio da Google che verosimilmente potrebbe lanciare una coppia di smartwatch sotto il brand Pixel assieme ai nuovi smartphone Pixel e Pixel XL. LG, Huawei e Motorola/Lenovo, invece, semplicemente non credono di essere in grado, al momento, di competere con Samsung e Apple.

android wear

Ciò non significa che queste compagnie si ritireranno dal mercato smartwatch.  Apparentemente, infatti, sarebbero in attesa di vedere che direzione prenderà il settore prima di fare la propria mossa. Un portavoce di Motorola ha dichiarato: “Una delle cose che vediamo per il futuro sono gli smartwatch connessi (con riferimento alla rete cellulare), e la nostra opinione è che, anche se certamente la cosa è fattibile a livello tecnico, al momento attuale i compromessi da fare sarebbero troppo. Non siamo ancora pronti”. Anche Huawei starebbe attendendo che il processo di miniaturizzazione delle componenti elettroniche per smartwatch maturi per progettare il suo prossimo wearable.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: