Se il mondo dell’economia e del lavoro sta conoscendo una grossa crisi, quello dei social network al contario è in forte espansione. E quale miglior modo di coniugare entrambi i settori se non analizzando i dati di LinkedIn, social nato dall’esigenza di creare profili professionali con CV allegati?

LinkedIn festeggia l’arrivo del 2013 con un importante traguardo: la piattaforma ha raggiunto i 200 milioni di utenti. La notizia è stata messa online proprio dallo stesso staff del sito che, attraverso una semplice infografica, ne analizza i numeri raccolti e le zone dove è in maggior espansione. A sopresa, sbuca anche l’Italia.

Curiosando fra i dati presenti, ci accorgiamo che gli stati paesi dove LInkedIn è cresciuto di più sono la Turchia, la Colombia e l’Indonesia.  Parlando invece della crescita su mobile troviamo Cina, Brasile, Portogallo, India e poi l’Italia (al quinto posto).

Fra i profili più seguiti c’è Richard Branson fondatore e capo della Virgin, a seguire il presidente degli Stati Uniti Barack Obama (definito personaggio del 2012 secondo Twitter); terzo Deepak Chopra (saggista indiano), quarto Tony Robbins (formatore americano) e quinto Jeff Weiner, CEO di LinkedIn.

Da segnalare anche le tematiche a cui gl utenti di LinkedIn hanno mire ed interessi: 4 milioni di utenti hanno a che vedere con l’Information Technology e i servizi correlati, 2 milioni si occupano di servizi finanziari, 1,95 milioni trattano di istruzione superiore, 1,65 di Software per computer e 1,59 milioni si occupano più genericamente di telecomunicazioni.

Tanti bei dati ma… Con LinkedIn si trova davvero lavoro?

LinkedIn 2012 – infografica

LinkedIn-2012-infografica

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: