Stiamo sentendo sempre più parlare di LTE, che pian piano sta arrivando anche in Italia, tutti si sbalordiscono per le potenzialità della parte di rete che si introduce con questo nuovo tipo di connettività, ma a quanto pare l’LTE introduce un nuovo sistema per le chiamate dato che supporta solo indirizzi IP e scambio di pacchetti di dati, per questo il protocollo da utilizzare è il Voice-over-LTE.

C’è qualcosa che non va, infatti per ora gli operatori a livello internazionale, come accadrà anche in Italia, gli operatori hanno lanciato solo offerta dati via LTE e non pacchetti che includono anche il traffico voce, in breve non è stato ancora garantito il supporto al Voice-over-LTE. Perchè?

Sembra proprio che questo tipo di tecnologia consumi circa il doppio della energia utilizzata dai servizi di precedente generazione. Guardando i grafici potrete subito averne un’idea di questi consumi, e della durata stimata della stessa batteria comparata con la tecnologia CDMA.

LTE

I test sono stati svolti da un operatore Americano su un  LG Connect 4G, che monta una batteria da 1540mAh. Tutti i test sono stati eseguiti con WiFi e Bluetooth disabilitati.Voice-over-LTE la durata stimata è sulle quattro ore mentre utilizzando il CDMA l’autonomia sale alle oltre 8 ore raggiungendo anche le otto ore e mezza. Parlando di energia abbiamo un consumo di 680 mW su rete CDMA (2G) e di ben 1358 mW su rete LTE. La questione si inverte combinando a questi dati i risultati della connessione dati che potete guardare qui:

LTE

Questo sarebbe un grosso peso sugli smartphone e Tablet attuali che nel complesso non hanno autonomie elevate e questa tecnologia potrebbe mettere in discussione tutto. Quasi sicuramente è questo la motivazione per la quale gli operatori stentano ad implementare nelle loro reti questa tecnologia, perché diminuirebbe drasticamente la durata della batteria degli smartphone o Tablet che propongono.

Le motivazioni riguardano essenzialmente l’hardware, ancora poco efficiente molto dispendioso perché deve convertire costantemente dati in voce e viceversa, e per la copertura, ancora molto limitate e che chiede una costante ricerca del segnale ai dispositivi LTE. Ovviamente efficienza e copertura aumenteranno col tempo e mitigheranno questi problemi alla nascita della diffusione dell’LTE.

Via | GSMArena

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: