Microsoft ha rivelato all’E3 il suo nuovo sistema di realtà virtuale, dall’intrigante nome di HoloLens. Nonostante l’incredibile video di lancio, che ha generato fin da subito facili entusiasmi, i primi test si sono rivelati decisamente più cauti e con toni meno entusiasti.

La critica maggiore riguarda il limitato campo visivo delle HoloLens, che non permette un coinvolgimento così immersivo come ci si sarebbe potuti aspettare. In un nuovo video diffuso oggi, Microsoft fornisce un altro sguardo a come gli HoloLens potrebbero essere utilizzati nel mondo reale in una università. Si tratta di un interessante sguardo a come gli studenti potranno imparare l’anatomia umana utilizzando HoloLens, un sistema sicuramente molto più coinvolgente rispetto ai libri di testo o agli schermi dei computer.

Nel corso del video, Microsoft mostra chiaramente il campo visivo dove si possono vedere gli ologrammi e si può interagire con loro.

Microsoft sta offrendo borse di studio ai ricercatori e ai giovani sviluppatori per studiare e ideare nuovi usi per HoloLens, e si propone di premiare i cinque gruppi vincitori con 100.000 dollari e un paio di kit di sviluppo HoloLens. Microsoft prevede di rivelare i vincitori nel mese di ottobre.

Più coinvolgente rispetto ai libri di testo o agli schermi dei computer

Ecco in una gif spiegato il campo visivo delle HoloLens:

hololens gif
Il campo visivo delle HoloLens è piuttosto limitato
Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: