Come annunciato, nella tarda serata di ieri il nuovo sistema operativo di Apple per desktop, macOS High Sierra, è stato reso disponibile al download. Diverse sono le novità introdotte, non molte dal punto di vista grafico bensì molteplici da quello dell’esperienza d’uso.

macOS High Sierra – Tecnologie di sistema

Un aspetto dell’ OS sul quale si sono investite risorse è quello relativo alle tecnologie di archiviazione. Apple File System (APFS) migliora le prestazioni, la sicurezza e l’affidabilità dei dati. E’ possibile, ora, rendere immediate alcune operazioni come la copia di file e cartelle, la crittografia dei file e la protezione dei dati in situazioni di emergenza.

Molto importante, inoltre, il supporto nativo al codec HEVC (H.265), il quale garantisce la riproduzione di video in 4K in streaming, sulle stessi reti che fino alla precedente generazione consentivano lo streaming in HD. Utile l’introduzione di Metal 2, un’ API che permette di accelerare l’esecuzione delle app ed introduce il supporto all’apprendimento automatico, necessario per il riconoscimento vocale e per l’elaborazione del linguaggio neurale. Altri due sono i vantaggi derivati da Metal 2:

  • supporto a GPU esterne
  • supporto alla realtà virtuale

macOS High Sierra – Applicazioni aggiornate

Il nuovo sistema operativo ha interessato anche le applicazioni proprietarie:

  • Foto ha ora una barra laterale sempre attiva, attraverso la quale è possibile visualizzare gli album e le funzioni per organizzare immagini. Rivisitata anche la voce Modifica, con un nuovo design che facilita l’utilizzo dei vari strumenti. Inoltre, per la prima volta, grazie alla compatibilità con le applicazioni di progetto, gli utenti possono accedere a servizi di stampa e pubblicazioni esterni (Animoto, Shutterfl, WhiteWall etc.)
  • Safari introduce Reader, la modalità per leggere gli articoli in formato chiaro, evitando le distrazioni. Sono state introdotte anche Autoplay Blocking, che interrompe la riproduzione automatica dei file multimediali nel browser e Intelligent Tracking Prevention, la quale utilizza l’apprendimento automatico per rimuovere i dati usati dagli inserzionisti per seguire le attività degli utenti su Internet
  • Siri ora risponde con una voce più naturale ed apprende le preferenze musicali degli utenti, creando playlist personalizzate
  • Mail ha un nuovo motore di ricerca, il quale garantisce la visualizzazione di corrispondenze migliori in cima all’elenco dei messaggi utente
  • iCloud consente di condividere qualsiasi documento archiviato in iCloud Drive e di collaborare con altre persone.

macoS High Sierra – Come installare

Per procedere al download occorre aprire l’App Store, andare sull’ultima scheda a destra Aggiornamenti e cercare l’update. In realtà è possibile utilizzare anche un’altra via: cliccare sul simbolo della mela nell’angolo in alto a sinistra dello schermo, premere su Informazioni su questo Mac e successivamente selezionare Aggiornamento software. Ricordiamo che è possibile non avere a disposizione l’update, in quanto occorreranno diverse ore prima che il roll-out raggiunga tutti i dispositivi compatibili!

macOS High Sierra – Dispositivi compatibili

  • MackBook (2009 o successivi)
  • iMac/iMac Pro (2009 o successivi)
  • MackBook Air (2010 o successivi)
  • MackBook Pro (2010 o successivi)
  • Mac Mini (2010 o successivi)
  • Mac Pro (2010 o successivi)
iPhone X : come lo vede un fan Android da anni - Editoriale
iPhone X influenzerà il mercato in maniera importante ed è un bene per tutti.

Partecipa alla discussione