Android è sicuramente un ottimo sistema operativo sotto il profilo della funzionalità, ma la sicurezza non è sicuramente il suo forte, tanto che BlackBerry, che come sappiamo a breve presenterà uno smartphone con questo OS, ha deciso di intervenire pesantemente, integrando le sue app principali.

Una conferma molto più preoccupante di questa situazione però ci viene soprattutto da un recentissimo report prodotto dalla nota azienda di sicurezza G Data.

android_malware

Secondo i risultati resi noti infatti in questo 2015, la scrittura di software malevolo per Android ha raggiunto livelli record e si contano ormai oltre 1 milione di malware nei primi sei mesi di quest’anno, mentre secondo le previsioni nei restanti sei mesi il numero potrebbe essere destinato a crescere esponenzialmente, raggiungendo e superando i due milioni, praticamente il doppio rispetto al 2013.

Android-Malware

Ma questo non è tutto, c’è uno scenario ancora più preoccupante: all’interno di 26 modelli di smartphone Android testati da G DATA infatti sono stati trovati malware già preinstallati di fabbrica, attivi cioè non appena avviato lo smartphone per la prima volta.

Android_Malware

Tra i produttori dei device in questione rientrano anche alcuni brand importanti come Huawei, Lenovo e Xiaomi, ma G Data ipotizza che i software malevoli siano stati inseriti prima della vendita da soggetti terzi e non direttamente dalle aziende in questione, una sorta di intermediari “infiltrati” insomma, che modificherebbero il software per consentire la sottrazione dei dati sensibili degli ignari utenti.

Il Mobile Malware Report di G DATA, con i dettagli sulle rilevazioni e alcuni dei modelli coinvolti, è comunque ora disponibile online.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome