Da pochi giorni è stato presentato il nuovo HUAWEI Mate 40 Pro e a quanto pare si tratta dello smartphone più Green prodotto dall’azienda: Huawei si è infatti impegnata per ridurre del 28% gli imballaggi in plastica e diminuire del 90% la documentazione cartacea inclusa nella confezione, eliminando anche la garanzia.

Solo il 3,8% della confezione di HUAWEI Mate 40 Pro è in plastica. In più, dalla confezione, è stato rimosso l’involucro protettivo. Ciò comporta l’utilizzo di 18.000 kg di plastica in meno per ogni 10 milioni di MATE 40 PRO venduti.

Isabella Lazzini, Marketing and Retail Director Huawei Italia CBG ha così commentato la notizia:

“In Huawei, siamo pienamente consapevoli che tutto il comparto debba prendere decisioni coraggiose per affrontare le questioni ambientali che ci riguardano tutti ogni giorno di più. HUAWEI Mate 40 Pro è il nostro smartphone più sostenibile. La riduzione significativa di plastica e carta negli imballaggi è solo il primo di una serie di passi che ci accingiamo a compiere verso un futuro sempre più green”

Huawei sta infatti portando avanti una campagna di consapevolezza sui temi della sostenibilità. Da una ricerca condotta in Europa per HUAWEI, emerge poi che gli italiani hanno una profonda consapevolezza in tema di sostenibilità e sono infatti i più attivi in
Europa per quanto riguarda la raccolta differenziata: il 76% del campione analizzato
ricicla quotidianamente, mentre in Europa la percentuale scende al 55%.

La ricerca è stata condotta da Censuswide per conto di Huawei nell’ottobre 2020. I dati sono stati raccolti tramite sondaggio online su 2.000 persone adulte residenti in Italia.

L’infografica HUAWEI


Anche l’utilizzo di carta è stato ottimizzato notevolmente: la documentazione cartacea inclusa nella confezione è diminuita del 90% e la garanzia cartacea è stata del tutto
eliminata e resta accessibile in formato digitale, esclusivamente online, direttamente dal sito web Huawei oppure scansionando un QR code.

Nel frattempo, il numero di pagine della QuickStart Guide cartacea di HUAWEI Mate 40 Pro è stato ridotto, passando da 340 a sole 44 pagine. Queste azioni intraprese per diminuire la carta nel packaging di HUAWEI Mate 40 Pro permettono una riduzione delle emissioni di CO 2 pari a oltre 12.000 tonnellate ogni 10 milioni di unità.

L’impegno GREEN di HUAWEI

HUAWEI sta lavorando da anni per ridurre l’impatto ambientale e come misura aggiuntiva, Huawei ha fatto un ulteriore passo avanti introducendo l’uso di inchiostro di soia, decomponibile al 100%, al posto del classico inchiostro a base di petrolio, riducendo così la produzione di agenti cancerogeni e COV, una delle principali fonti di inquinamento ambientale.

Huawei aiuta anche a ridurre l’inquinamento e l’impatto ambientale negativo della
produzione di plastica a base di petrolio impiegando, già dal 2013, materie bioplastiche.
Oltre il 30% delle bioplastiche utilizzate proviene da olio di ricino ecologico, con una
riduzione di emissioni di anidride carbonica del 62,6%. Così facendo, dal 2018 Huawei ha
ridotto le emissioni di 612 tonnellate.
Solo nel corso dell’ultimo anno Huawei ha riciclato 1.468 tonnellate di rifiuti elettronici, e
quest’anno è sulla buona strada per superare la quota di 3.000 tonnellate.

Huawei P40 Lite Crush Green 6.4" 6gb/128gb Dual Sim

Inoltre, l’86% dei dispositivi restituiti per il riciclo nel 2019 è stato già riutilizzato.
Per quanto riguarda l’efficienza energetica, in tutti i dispositivi lanciati tra il 2015 e il 2019,questa è migliorata del 50%. Grazie all’utilizzo dell’energia solare, inoltre, Huawei ha ridottole emissioni di carbonio di 89.000 tonnellate. Huawei contribuisce alla salvaguardia delle risorse anche riparando e riallocando i suoi prodotti: 3.030 centri di riparazione in tutto il mondo offrono servizi di assistenza convenienti e facilmente accessibili. Dal 2015 più di 500.000 telefoni usati hanno trovato una nuova casa grazie al servizio di permuta Huawei, contribuendo all’economia circolare.


Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Co-fondatore e amministratore di Techzilla. Adora le nuove tecnologie e si occupa principalmente dell'amministrazione, del settore marketing e dell'aspetto grafico del sito.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.