Ad oggi è ancora Qualcomm il bue che traina il carro dei chipset, anche se Mediatek è riuscita nel corso degli ultimi anni ad imporsi su moltissimi smartphone e tablet sopratutto a favore di un prezzo di produzione più vantaggioso rispetto ai suoi competitor.

In queste ore l’azienda ha inoltre fatto un passo in avanti molto importante, presentando i nuovi chipset Helio che sono destinati a smartphone di fascia alta. Fino ad ora nel mirino di Mediatek vi erano infatti i dispositivi di fascia medio-bassa anche se ora le carte in tavola potrebbero presto cambiare.

Helio X e Helio P

La nuova famiglia Helio si differenzia in due grandi macro categorie ovvero i chipset Helio X e Helio P. Entrambi sono destinati a muovere dispositivi top di gamma ma per il momento Mediatek non si è voluta sbottonare troppo sul modello Helio P che probabilmente potremo approfondire meglio nel corso del 2015. Nello specifico Mediatek ha svelato il primo chipset HelioX10 costituito da un octa-core a 64Bit Cortex A53 con clock a 2,2 Ghz e supporta un refresh rate pari a 120Hz e registrazione in slowmotion fino a 480fps anche se la risoluzione supportata non è stata resa nota. Come paragone basti pensare che attualmente iPhone 6 e 6 Plus possono registrare video a 240fps.

Purtroppo questo è quello che Mediatek ha voluto condividere con la stampa fino ad ora, infatti della nuova famiglia Helio P sappiamo solo che si tratterà di un’altra serie di chipset dalle performance Premium.

Ovviamente questa nuova lineup permetterà a Mediatek di alzare la cresta e entrare in diretta competizione con Qualcomm, Samsung e Huawei che sono attualmente i chipset di fascia alta più utilizzati sul mercato. I primi smartphone con chipset Helio arriveranno dopo metà 2015 e dovranno essere in grado di offrire prestazioni in grado di tenere testa allo Snapdragon 810 e all’Exynos 7420 di Samsung che ad oggi sono i leader dell’industria.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: