Mediatek ha chiuso un 2014 davvero proficuo e nonostante le sue soluzioni non siano potenti come le controparti Nvidia, Qualcomm o Samsung, l’azienda Taiwanese è un portento quando si parla di rapporto qualità/prezzo e di unità che è in grado di produrre.

L’azienda è infatti uno dei principali poli dell’industria smartphone e tablet in CIna, inoltre è responsabile per il più grande avanzamento in questo campo di innovazione nei processori dell’ultimo periodo. Stando agli ultimi rumor provenienti da fonti interne a Mediatek, l’azienda starebbe dando vita ad una nuova generazione di CPU per l’industria mobile che avranno 10 o addirittura 12 Core. Ovviamente questo solleva molti dubbi e perplessità: come sarà in grado di farli entrare in quelle piccole dimensioni? Come pensa di raffreddarle solo con tecnologia passiva? Come sarà realmente assemblata e come funzionerà? Saranno veramente 12 core separati o sfrutterà qualcosa simile alla tecnologia big.LITTLE?

Ovviamente il numero di core non è necessariamente indicativo della potenza di calcolo di un processore, anzi, ad oggi gran parte dei chipset più prestanti del mercato sono quad-core o addirittura dual-core ( Tegra K1 64Bit ) anche se sul mercato già si stanno diffondendo SoC octa-core.

Anche con le moderne tecnologie a 20nm non è semplice riuscire a racchiudere un’architettura a 10/12 core in un chipset e sorge anche spontanea la domande se riusciremo a trarne beneficio con i sistemi operativi attualmente sul mercato, Android in primis.Solo in questo periodo stiamo infatti iniziando a vedere chipset a 64Bit che grazie ad Android Lollipop e iOS 8.0 iniziano a trarre beneficio da questa nuova architettura, anche se il processo di adozione è ancora lungo.

Anche la RAM dei dispositivi mobile dovrebbe essere aggiornata per trarre beneficio da un chipset a 10/12 core senza parlare dei problemi che potrebbero scaturire dal surriscaldamento  e dai consumi energetici. Insomma, Mediatek sa’ sicuramente come muoversi anche se al giorno d’oggi un chipset a 12 core ci sembra un po’ azzardato se non dal punto di vista del marketing. Cosa ne pensate di questo nuovo SoC? Ne abbiamo davvero bisogno?

Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: