Dal raid che è avvenuto in casa di Kim Dotcom lo scorso anno con l’accusa di aver ospitare file pirati attraverso il proprio servizio megaupload.com, che è uno dei più importanti siti di hosting online per tutta le rete, non ha mai lasciato perdere. E domani a distanza di un anno esatto dalla morte di Megaupload, Kim Dotcom è tornato con Mega!

Il lancio di Mega è previsto per la mattinata di domani proprio, come anticipavamo, nell’anniversario dell’irruzione della polizia a casa del fondatore del servizio il 20 Gennaio 2011, alle 6:48 (Fuso orario NZT). Dotcom ha pianificato un grosso evento stampa per stasera.

Il nuovo Mega adotta una serie di nuove misure di sicurezza. Sarà quindi una intera scatola di sicurezza, un sorta di cassaforte online per i vostri files. Il sito infatti genererà delle chiavi di sicurezza del tipo 2048-bit RSA key che sono obbligatoriamente richieste per scaricare un file, o altrimenti nulla verrà rilasciato.

MEGA

Prima di partire però l’azienda fa una ammonizione Si può usare esclusivamente Google Chrome con Mega. Si sta lavorando fortemente per estendere il supporto ad altri browsers ma “per godere del pieno potenziale di Mega si dovrebbe usare Google Chrome”. Alla registrazione il nuovo Mega, non richiede molte informazioni specifiche, oltre all’ovvio indirizzo email e al nome.

E’ letteralmente un processo che dura solo dieci secondi.Dopo aver confermato che l’email inserita è reale, è richiesto di muovere il mouse sullo schermo e di premere alcuni tasti sulla tastiera per aggiungere dei dati casuali alle chiavi di sicurezza da generare.

Mega key

Una volta fatto, questo è tutto! Nessun pagamento, niente pubblicità snervante (per ora), l’interfaccia del nuovo Mega è semplice e intuitiva. Se hai mai usato Dropbox, non è molto diverso.Hai a disposizione un “Cloud Drive” davvero ben fatto a livello grafico, per memorizzarci i tuoi file, un paio di pulsanti e nient’altro.

mega file manager

Caricare un file è una procedura molto intuitiva e chiara. Basta semplicemente scegliere una cartella o un file specifico e verrà caricato in maniera rapida e il tutto comparirà in tempo reale senza bisogno di alcun refresh della pagina. E’ anche pianificata un’applicazione per Windows e Mac che arriverà nel prossimo futuro in modo da avere una gestione ancora più simile a quella che si ha con Dropbox, con la quale il Mega Drive non sarà altro che una cartella sincronizzata automaticamente.

mega uploading

La parte più interessante, forse, viene quando si ha la necessità di condividere un file. Basta cliccare sul bottone dei link e un box vi chiederà quali dettagli condividere. Se scegli di condividere il file con il semplice link, dovrai per forza condividere anche la chiave attraverso dei canali sicuri. Il servizio infatti ci ammonisce “La sicurezza crittografica di MEGA è in base alla riservatezza nella comunicazione della chiave visualizzata. Evita di trasmetterla via canali insicuri”.

mega key mega crittografia

Non avrebbe molto senso però che Mega non provvede a mettere a disposizione un canale dal quale condividere le chiavi in sicurezza con il resto del mondo, per questo viene incluso un servizio di ‘secure messaging’ che vi permette di mandare messaggi ad altri utenti che fanno parte del servizio, anche se è ancora in costruzione e probabilmente accessibile solo in futuro.

Si possono ovviamente condividere le chiavi di protezione insieme all’URL, il che è molto più pratico e più veloce per coloro che scaricheranno i file.

MEGA download

MEGA download

Una volta registrati sarete automaticamente piazzati su un piano di abbonamento gratis che vi mette a disposizione ben 50 GB di storage. Ci sono anche piani a pagamento,e sembrano abbastanza convenienti se comparati alle alternative della concorrenza nel cloud storage come Dropbox e Skydrive. Per esempio per soli 9.99€ al mese, avrete ben 500 GB di storage e ben 1TB di banda mensile disponibile. Non c’è per ora nessun concorrente più conveniente.

MEGA piani a pagamento

Ma qui c’è una sorpresa. Non potete comprare, almeno per ora, il servizio direttamente da Mega.C’è bisogno, in precedenza di un codice prepagato che potete ottenere da uno dei rivenditori per avere un account pro. Non è chiaro se nel prossimo futuro accetteranno anche direttamente una carta di credito, ma per ora questa è l’unica opzione.

MEGA reseller

L’ultima cosa su cui parlare è un “ecosistema di app” che Mega vuole far creare dalle terze parti sfruttando il proprio servizio, ma solo il tempo  ci dirà se gli sviluppatori vogliono usare le API. Per ora, Mega è ancora un servizio di file sharing nudo, ma l’azienda ha dei piani massicci per il futuro.

Ci sono infatti in sviluppo già delle applicazioni per i dispositivi mobili, oltre a quelle già citate per Windows e Mac, e quindi molto presto il servizio diventerà sempre più ricco e interessante. Inoltre sembra in arrivo anche un servizio di instant messaging sicuro e la possibilità di inviare file a qualcuno iscritto al servizio senza possederne un account.

E non finisce qui,pare che l’azienda stia lavorando anche a un programma di word processing, a un calendario e a un foglio di calcolo online sulla falsariga di Google Docs. Ci sono ancora voci riguardo al fatto che Mega potrebbe offrire nel vicino futuro delle video chiamate sicure oltre alle tradizionali chiamate. In pratica vogliono conquistare il mondo.

mega privacy

Da un primo sguardo possiamo dire che Mega sta facendo di tutto per tutelarsi rispetto ai file che ogni utente carica sul proprio servizio  Tra le tante domande frequenti troviamo “Mega è legale?” e come risposta “Per quello che sappiamo, il cloud storage e la crittografia sono legali. Si prega di  le leggi e i regolamenti in materia sul come usare il cloud storage  e la crittografia come nei nostri terms of use.” C’è anche un messaggio di allerta quando si tenta di caricare un file che riportiamo di seguito:

Avviso di Copyright: MEGA rispetta i diritti di copyright di terzi e richiede agli utenti del servizio di essere conformi alle leggi del diritto d’autore. È assolutamente vietato l’uso del servizio cloud di MEGA per violare i diritti d’autore. L’utente non può caricare, scaricare, memorizzare, condividere, visualizzare, distribuire, inviare via e-mail, linkare o trasmettere o altrimenti rendere disponibile qualsiasi file, dati o contenuti che violano i diritti d’autore o altri diritti di proprietà di qualsiasi persona o entità.

Vogliono che si sappia che essi sono responsabili, come un qualsiasi fornitore di cloud hosting sarebbe per avere file pirata nei loro server. La loro posizione, come per molti altri è: “non è colpa nostra, è responsabilità degli utenti”. E’ chiaro che Kim Dotcom e il suo team ha ampie ambizioni per Mega, con il piano non solo di muoversi per lo spazio email ma anche offrendo chiamate vocali e video e spazio anche per applicazioni che gestiscano i documenti online.

Dotcom ha  mantenuto la promessa di portare al mondo una versione sicura di Megaupload, ma resta tutto da vedere come il mercato reagirà a questo rientro in gioco di quello che è stato uno dei siti più visitati al mondo. Mega aprirà al pubblico domani, quindi nella giornata di domani vi invitiamo a inscrivervi e a provarlo con mano. Ancora una cosa: se perdete la password  non c’è modo per recuperarla a causa del rischio di sicurezza che questa potrebbe portare con sé .

Appuntamento a domani allora Mega è qui!

Immagini | The Next Web

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: