Ore concitate queste per Meizu: mentre dentro gli inviti alla presentazione del nuovo M2 c’era un vecchio Nokia 1110 più di un indizio dunque a suggerire la partnership con Nokia per il rilancio dell’azienda finlandese nel mercato degli smartphone, nelle stesse ore dalla Cina si diffondeva un video che mostra un Meizu M2 Note in funzione, con sopra Windows Phone.

Proviamo dunque ad analizzare tutti i fatti: come sappiamo Nokia ha fatto sapere ufficialmente di essere in cerca di un partner che si occupi di vendere gli smartphone da essa sviluppati ma che non può commercializzare direttamente a nome proprio prima della fine del 2016, come da accordi in seguito alla cessione della divisione mobile a Microsoft.

Ovviamente se così fosse, Nokia non tornerebbe certo sul mercato con device equipaggiati con l’OS Microsoft, ma semmai dovrebbe utilizzare Android, come già fatto nel recente passato col proprio tablet.

meizu m2 note

Da questo punto di vista dunque avrebbe molto senso la collaborazione con Meizu, uno dei produttori cinesi che sta emergendo con maggior forza e i cui prodotti utilizzano appunto Android, ma l’M2 Note con su Windows Phone sembra sparigliare tutte le carte.

Nel video comunque non è possibile stabilire né se si tratti di un fake realizzato con una semplice skin per Android, né se il sistema operativo in questione sia Windows Phone piuttosto che Windows 10 mobile, ma in ogni caso bisogna ammettere che non avrebbe molto senso utilizzare uno smartphone già esistente per testare un sistema operativo che a breve sarà sostituito da un altro e che in ogni caso non sembra puntare nella direzione di una collaborazione con Nokia.

La sensazione dunque è che si tratti di due eventi del tutto indipendenti, col video che probabilmente non è nient’altro che un fake. Molto più probabile invece l’evenienza che a breve si possano vedere sul mercato smartphone sviluppati d Nokia e prodotti e venduti col brand Meizu.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: