La vicenda Megaupload (e l’impero creato da Kim Dotcom) è  nota a tutti e ultime notizie danno in fuga per “evitare” la stessa accusa e probabile arresto i proprietari di Filesonic e Fileserve.

Nessuno vuole giudicare la politica che ha portato a queste motivazioni, presunti guadagni illeciti riguardo ai pagamenti e riciclaggio di denaro, o la ragione massima , prevenire la pirateria nel campo del filesharing statico Più che altro è stata messa in dubbio l’ azione tempestiva non dando la possibilità a chi usava questi siti come appoggio per file di grandi dimensioni o file di lavoro di salvarli, perdendoli, con ogni probabilità, per sempre.

Vediamo insieme quali host al momeno hanno effettuato qualche modifica:

a situazione ad oggi è praticamente questa:


Chiuso il server dal FBI e arrestato il proprietario

Sospesi i pagamenti per i download, bannati gli account sospetti file sospetti in cancellazione


(Stessa Proprieta di fileserve) Molti File In cancellazione IP Usa Bloccati


Molti File In cancellazione IP Usa Bloccati


Chiuso il programma di affiliazione e BAN degli account. La situazione sembra puntare verso la chiusura completa ma permette ai uploader di recuperare i propri file per adesso


Chiuso Il Programma Di affiliazione


Bannati Gli Ip Usa


Stanno Bannando Gli account e i File sono in cancellazione


Chiuso Il Programma Di affiliazione

Come potete vedere la situazione è molto seria, non dal lato downoad selvaggio ma dal lato censura preventiva, cosa che nel 21° secolo non dovrebbe assolutamente succedere.

L’unico che per il momento non ha effettuato cambiamenti è l’europeo Rapidshare. Si vocifera che gli Anonymous stiano progettando una protesta a caratteri planetari e stiano progettando il proprio servizio di file sharing. Chi vivrà vedrà, noi vi terremo costantemente aggiornati.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here