In una sessione di domande e risposte su Twitter, il CEO di Motorola ha lasciato trapelare quella che sarà la visione dell’azienda per questo 2015. Rick Osterloh ha infatti iniziato spiegando che la migrazione verso Lenovo è stata indolore e gli impiegati si sentono già a proprio agio nel nuovo ambiente lavorativo e ha aggiunto che l’azienda Cinese ha dato loro “un caloroso benvenuto”.

Ricordiamo infatti che Lenovo ha acquisito Motorola da Google il 30 Ottobre per 2,9 miliardi di dollari e da quel giorno i rappresentanti di entrambe le parti hanno potuto confermare che Motorola ha così beneficiato di un’autonomia più estesa e che rimarrà il brand principale di Lenovo nei paesi Occidentali.

Oltre a questo possiamo scoprire come nei piani dell’azienda ci sia quello di continuare ad espandersi nel 2015 in nuovi territori in particolare dell’Europa Occidentale e Centrale. Inoltre il Brasile sarà una priorità per l’espansione del programma Moto Maker.

Sembra che non vi saranno Tablet con brand Motorola nel 2015 e ha fatto notare come le offerte di tablet da parte di Lenovo sul mercato siano già marcate con la serie Yoga. In realtà questo va in contrasto con le precedenti affermazioni di boss di Lenovo Yang Yuanqing che in Ottobre aveva anticipato che c’era un nuovo tablet a brand motorola in cantiere. Purtroppo non è chiaro capire quale delle due parti sia attendibile al momento anche se considerando che queste dichiarazioni seguono di circa 5 mesi quelle del CEL di Lenovo è probabile che siano più attendibili alla fine.

Il nuovo Motorola Moto X 2015 non sarà più piccolo di quanto abbiamo oggi sul mercato con il modello 2014 e per questo possiamo aspettarci un display da almeno 5,2 pollici di dimensione. Quello a cui punta Motorola per questo 2015 è la personalizzazione che sarà veicolata in primis tramite un espansione del programma Moto Maker che si espanderà sia territorialmente che in termini di offerta.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: