Il primo smartphone Motorola resistente alla polvere e all’acqua con certificazione IP67 è stato il Defy, ma ora Motorola vanta nel listino anche il suo successore, il Defy+. La forma è rimasta la stessa, ma gli interni sono stati aggiornati per tenere il dispositivo Android più resistente sul mercato al passo con i tempi. Il Defy+ monta un processore più veloce e una versione più recente del sistema operativo, Android Gingerbread 2.3.4. Questo significa che il Defy+ sarà un degno successore dell’originale Defy?

Vi anticipiamo che abbiamo effettuato test molto pesanti sul povero Defy+, sottoponendolo a numerosi maltrattamenti; come ne sarà uscito? Diamo uno sguardo.

Design e qualità costruttiva

Il Defy+ è una copia carbone del suo predecessore. Non ci sono stati cambiamenti nell’estetica: niente curve, viti o connettori in più, la progettazione e la costruzione è rimasta identica. In fondo, perché cambiare il design se l’aspetto è già perfetto così com’è?

Anche questo smartphone, come il suo predecessore, viene fornito con la certificazione IP67. Grado di protezione 67 significa che è resistente alla polvere e all’acqua fino a 1 metro per 30 minuti. Lo schermo è in vetro Corning Gorilla, il che ci assicura anche un’ottima resistenza ai graffi.

La parte superiore è costituita dallo slot jack per cuffie e il pulsante di accensione, mentre lo slot microUSB si trova a sinistra sotto una linguetta di gomma a tenuta d’aria.
La parte posteriore è costituita da un blocco metallizzato che protegge l’interno da eventuali cadute e condizioni climatiche difficili. La fotocamera da 5 MP e il flash singolo sono posizionati sul retro insieme al microfono. Il secondo microfono si trova nella parte inferiore del dispositivo, è presente dunque la cancellazione attiva del rumore.

Aprendo il coperchio posteriore, possiamo subito notare un’ulteriore copertura che fornisce un secondo livello di protezione alla batteria da 1700 mAh, alla scheda SIM e alla scheda microSD. Questo significa che anche la scheda microSD non è sostituibile al volo, ma bisognerà necessariamente accedere al pannello posteriore.

Sulla parte frontale abbiamo il display da 3,7 pollici con quattro pulsanti capacitivi nella parte inferiore e i sensori di prossimità e di luce ambientale posti sopra lo schermo. Troviamo anche un LED di notifica accanto ai due sensori.

Nella prossima pagina i maltrattamenti, con test e video recensione!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: