Forse il nome Giesecke & Devrient potrebbe non suggerirvi niente, tuttavia si tratta dell’azienda che ha inventato l’attuale design delle schede SIM e delle Micro SIM. Attualmente vi è in progetto una nuova Nano-Sim che avrà le dimensioni di un terzo dell’attuale scheda SIM e quasi la metà delle Micro-Sim già viste su device quali iPhone. Il tutto con lo scopo di risparmiare ancora un pò di spazio dentro i dispositivi.

Ora arriva il problema. Altri produttori hardware hanno proposto la propria variante delle nuove Nano-Sim e se una di queste dovesse venire approvata e adottata come standard, tutti gli altri produttori dovrebbero acquistare licenze per l’utilizzo da chi l’ha brevettata. Due dei produttori che hanno presentato il proprio design sono Nokia e Apple. L’azienda di Cupertino avrbbe adottato un design che si avvale delle guide metalliche per inserire la Nano-Sim, proprio come per iPhone e iPad con le attuali Micro Sim.

Nokia contesta la scelta di Apple sostenendo che questa implementazione porta degli svantaggi rispetto al design dell’azienda Finlandese e sia Motorola che Rim sembrano essere d’accordo con Nokia. Ma Apple non è da sola, infatti ha avuto l’appoggio dalla maggioranza della “European Telecommunications Standards Institute (ETSI)”. Attualmente Nokia ha 92 voti per il proprio design, ma Apple sarà in grado di contare su 6 membri Europei che porteranno fino a 45 voti ognuno e che dovrebbero essere sufficienti per contrastare Nokia.

Quello che è sicuro è che le Nano-Sim saranno presto realtà e magari già il nuovo iPhone potrebbe farne uso, sempre che i tempi per la standardizzazione della nuova SIM siano rapidi.

via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: