Variety (la rivista americana più autorevole nel settore dello spettacolo) riporta la notizia dell’arrivo di Netflix da ottobre in Italia. Sono mesi se non addirittura anni che le voci diventano sempre più insistenti e finalmente questo 2015 sembra davvero l’anno giusto, quello dell’approdo nel Bel Paese. L’annuncio di Variety prevede l’arrivo del famoso servizio di streaming entro dicembre.

netflix-delivery-route

La notizia è emersa durante la Business Location Film Conference, un meeting annuale che si svolge in Sud Tirol, in Alto Adige, e a cui hanno partecipato i manager nel settore dell’intrattenimento di varie nazioni come Italia, Germania, Austria e Svizzera. “Netflix lancerà il suo servizio di streaming in Italia nell’ultimo trimestre del 2015”, queste le parole di Nicola Allieta di Under The Milky Way, azienda che già si occupa della distribuzione di film in versione digitale nel mondo e che starebbe già collabrando proprio con Netflix.

L1404812344_netflix-movies-expiring-jan-2014‘ostacolo maggiore riguarda la velocità delle nostre connessioni: siamo infatti sotto la media europea di oltre 40 punti percentuali nell’accesso a più di 30 Mbps e con un ritardo di almeno 3 anni. Ma Telecom, con cui Netflix è in contatto e trattative da diverso tempo, avrebbe assicurato un forte sviluppo delle infrastrutture nei prossimi due anni tale da poter permettere una fruizione ottimale dei servizi di streaming. La compagnia di Reed Hastings al momento non conferma la notizia (così come non la smentisce), ma ha bensì dichiarato di voler espandersi verso l’Europa per la fine del 2016: tutto torna.

Netflix, negli USA, continua a raccogliere record: sono stati registrati ben 5 milioni di nuovi abbonati nel primo trimestre del 2015. Incredibile è la cifra di quelli statunitensi, 2,28 milioni, quando l’azienda ne aveva preventivati “solo” 1,8 agli investitori e gli analisti avevano previsto un rallentamento nella crescita nazionale. Nel primi tre mesi di quest’anno, gli utenti registrati a Netflix hanno guardato contenuti online per l’astronomica cifra di 10 miliardi di ore. Un’infinità.

1390901361_netflix-screenshot

Tuttavia il successo ha sempre un prezzo: i costi per assicurarsi un portafoglio di contenuti di livello, produrre serie originali ed espandersi a velocità impressionanti si fanno sentire, con il debito di lungo periodo che è stato alzato a un miliardo di dollari. Non aiuta il primo competitor mondiale di Netflix, ossia la pirateria: l’ultimo show di Netflix, Daredevil, è stato scaricato illegalmente da più di 2 milioni di persone nel giro di una settimana, anche in Paesi dove il servizio è disponibile.

“La TV sarà solo digitale entro il 2035”, questo il pensiero di Reed Hastings. Anche in Italia? Magari solo dopo qualche anno…

Via
Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: