Il Nintendo 3D è stato un flop in fatto di vendite e a confermarlo è stato addirittua Satoru Iwata, presidente di Nintendo. Forse spinti dal forte successo che la console portatile ha riscosso in Giappone (tra l’altro dove ha superato di molto le aspettative di vendita), si è rivelato un vero buco nell’acqua nel resto del mondo, soprattutto in Europa e Stati Uniti.

Sembra dunque che non basteranno le 83.000 console vendute ogni settimana in Giappone (il 55% del mercato gamer) per risollevare il problema 3DS, visto che in USA ed Europa la console portatile Nintendo arriva a malapena al 20% del mercato.

Sarà che Europei e Americani sono abituati a giocare con schermi un po’ più grandi? Questo non lo sappiamo, però è dato per certo che questi due mercati deludenti dovrebbero risorgere con l’arrivo di nuovi titoli come New Super Mario Bros. 2 nonchédopo l’arrivo della nuova Nintendo 3DS XL. Ma siamo proprio sicuro che questa sia una giusta scelta? In caso contrario, bloccheranno la produzione delle amate DS?

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: