Alla vigilia degli E3, Nintendo ha diramato un messaggio indirizzato alla grande distribuzione Americana dove chiede esplicitamente di rispedire al mittente tutte le Wii U nuove o non aperte a patto che siano la versione Basic (bianca da 8Gb). Questa è la notizia lanciata dal portale Kotaku che, in un loro articolo, riporta fedelmente una foto scattata da un dipendente di GameStop. Il cargo di Wii U dovrebbero prendere il volo il prossimo 18 giugno.

Nella missiva inviada dalla Grande N, si legge:

Ritiro di Nintendo Wii U Basic: dopo le due settimane di preparazione, martedì 18 giugno, tutti gli store dovranno provvedere a rispedire indietro tutte le confezioni nuove o non aperte di Wii U Basic (020359). I negozi che possiedono 10 o più confezioni riceveranno dei box per la loro spedizione

Come mai questo ritiro improvviso delle console più economiche fra i bundle lanciati lo scorso novembre? All’orizzonte si intravedono due possibilità (più concrete) ed una nostra previsione (che vi consigliamo di prendere con le pinze).

Wii U Basic ha venduto troppo poco

E’ un dato di fatto: sebbene sia il bundle col prezzo più basso, Wii U Basic è stato il pacchetto venduto di meno. Questo a favore della versione Deluxe che, con circa un centinaio di Euro in più, metteva a disposizione anche NintendoLand e una serie di accessori per la console. Nintendo dunque ha pensato di farla fuori dal mercato perché non vogliono continuare a produrre una console poco richiesta?

Wii U Deluxe di colore bianco

Secondo alcuni rumors provenienti da Sol Levante, pare che Nintendo sia intenzionata a produrre una versione Deluxe della Wii U ma di colore bianco che verrà immessa sul mercato nipponico con tutta probabilità a metà del prossimo luglio. Quei geniacci della Nintendo potrebbero dunque cogliere due piccioni con una fava: riciclando le vecchie Wii U 8Gb Bianche invendute per trasformarle in Wii U Deluxe Bianche da 32 Gb.

Wii U Deluxe venduta al prezzo di Wii U Basic?

Tutto sommato Wii U non ha venduto poi così tanto, nel totale. Ricordiamo che la console Next-Gen di Nintendo è stata lanciata sul commercio molto prima delle rinnovata battaglia fra Microsoft e Sony ma, fra i due pacchetti, quello che ha riscosso i favori del pubblico è stato quello Deluxe da 32Gb.

Molti esperti del settore, in quest’ultimo periodo, stanno pronosticando che se Nintendo non abbasserà il prezzo di Wii U entro Natale, la società videoludica sarà costretta ad andare in bancarotta o a decretare il fallimento del progretto Next-Gen. La nostra ipotesi potrebbe essere quella che vede un abbassamento del prezzo trastico della console Wii U Deluxe 32 Gb, forse talmente drastico da dover ritirare la versione Basic.

Forse la verità sta nel mezzo.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: