Nintendo presenta una console originale ed estremamente duttile, capace di adattarsi a qualunque scenario di gioco grazie ai moduli controller Joy-Con

SCRITTO DA Pubblicato il

Nintendo ha annunciato ufficialmente la sua nuova console da gioco: si chiama Nintendo Switch e, grazie alla sua originale indole ibrida e modulare, ha già fatto innamorare gli appassionati di videogiochi di mezzo mondo. Conosciuta precedentemente come Nintendo NX, la console Nintendo di nuova generazione è una via di mezzo tra una console portatile e una fissa; o meglio, è entrambe le cose. Il trailer di presentazione – unica fonte di informazioni attualmente disponibile sul prodotto – illustra brevemente le potenzialità della console, che si rivela estremamente duttile ed è capace di coprire praticamente qualsiasi scenario di gioco: il single-player da poltrona, il party gaming, il mobile gaming single-player e multiplayer, e persino il pro-gaming.

Per riuscire a soddisfare tutte queste esigenze Nintendo Switch sfrutta sostanzialmente una serie di moduli e accessori, alcuni dei quali dotati di funzionalità multiple, che si adattano di volta in volta alla situazione corrente. Esistono almeno cinque modalità di utilizzo distinte, ognuna di essere illustrata all’interno del video di presentazione ufficiale; proviamo a descriverle, una per una, assegnando ad ognuna di esse una denominazione arbitraria.

Nintendo Switch • Le modalità di gioco

1. Modalità Standard: la più comune e tradizionale. La console da gioco portatile, chiamata Nintendo Switch Console, è alloggiata all’interno di Nintendo Switch Dock, ovvero la tipica postazione fissa per il gaming casalingo. Nintendo Switch Dock è collegata al televisore di casa (non è ancora dato conoscere la dotazione di interfacce), ed è possibile giocare comodamente dalla propria poltrona sfruttando il controller dedicato, che assume la denominazione di Nintendo Switch Pro Controller.

2. Modalità Mobile: Per trasformare Nintendo Switch in una console portatile è sufficiente agguantare il proprio Joy-Con Grip, una sorta di alloggiamento porta-controller, estrarre i due controller per il gaming mobile denominati Joy-Con (R) e Joy-Con (L) – destro e sinistro -, e inserirli ai lati della Nintendo Switch Console per utilizzarli come sistema di input. La Switch Console, una volta “armata” con i controller, può essere comodamente rimossa dalla Switch Dock e portata in giro come qualunque console portatile.

3. Modalità Kickstand – Single-Player: Nintendo Switch Console è dotata di un cavalletto posteriore che può essere utilizzato per appoggiare il dispositivo su una superficie piana. È possibile in questo modo utilizzare Switch Console come uno schermo e giocare in single-player utilizzando Joy-Con (R) e Joy-Con (L) come due mini-controller, uno per mano.

4. Modalità Kickstand – Multiplayer: Se siamo in giro con Nintendo Switch Console e incontriamo un amico, perché non giocare assieme allo stesso titolo, come se ci si trovasse sul divano di casa? I due controller Joy-Con (R) e Joy-Con (L), che sono simmetrici e presentano le medesime funzionalità, possono essere utilizzati anche singolarmente per giocare uno contro l’altro.

5. Modalità Party: E se gli amici fossero più d’uno, e le Nintendo Switch fossero più d’una? A quanto pare, due Nintendo Switch Console sono in grado di comunicare via wireless e di condividere una sessione di gioco. Basta estrarre il cavalletto e posizionare le due console a breve distanza una dall’altra per giocare in quattro con quattro Joy-Con. Anche in presenza di quattro Switch Console è possibile condividere la medesima sessione di gioco (ad esempio per giocare in 4 a Mario Kart).

nintendo switch

Nintendo Switch • Hardware e Software

Come è possibile evincere dalle immagini, Nintendo Switch non è una console portatile di piccole dimensioni: il display è sufficientemente grande da permettere di giocare in maniera confortevole a distanza e, allo stesso modo, i mini-controller Joy-Con hanno dimensioni adeguate all’utilizzo bimane. A tutto vantaggio della componentistica hardware. Vi ricordate di Nvidia Shield? Anche Nintendo Switch, come Nvidia Shield, utilizza un chip Nvidia Tegra. Stando a quanto dichiarato dalla stessa Nvidia, si tratta di un chip Tegra custom appositamente progettato per Nintendo Switch che farebbe uso della stessa architettura utilizzata sulle schede video GeForce di ultima generazione. I dettagli saranno verosimilmente disponibili in occasione del lancio sul mercato del prodotto.

nintendo switch

Per quanto riguarda invece il mini-controller Joy-Con, ci si trova di fronte a una soluzione che incorpora quattro pulsanti e uno stick analogico. Come detto in precedenza, possono essere utilizzati singolarmente o in coppia (sia alloggiati ai lati della console che separatamente, via wireless), e riposti all’occorrenza sull’accessorio Joy-Con Grip per il trasporto. Dal momento che Nintendo intende approcciarsi al mondo degli e-sports, non poteva mancare un controller più avanzato, concettualmente simile al vecchio Wii U Pro Controller: si tratta di un gamepad dall’aspetto tradizionale, chiamato come abbiamo visto Nintendo Switch Pro Controller, che può essere utilizzato per le sessioni di gioco casalinghe, quando la Switch Console è alloggiata all’interno di Switch Dock.

E per quanto riguarda i giochi? Nintendo ha deciso di affidarsi ancora una volta alle cartucce, molto simili alle GameCard utilizzate dal Nintendo DS, che vanno inserite sul lato lungo della console. Al momento ben 48 sviluppatori di videogiochi (tra cui spiccano giganti dell’industria videoludica quali Activision, Electronic Arts, Ubisoft, Capcom Bethesda) hanno deciso di supportare Nintendo Switch. Un grande passo in avanti rispetto alla Nintendo Wii, che invece aveva faticato – e non poco – ad attrarre sviluppatori. Per adesso abbiamo avuto notizia di sei videogiochi: The Legend of Zelda, Mario Kart, un nuovo gioco con Super Mario, il team-shooter Splatoon, The Elder Scrolls 5: Skyrim e un non ben specificato gioco sull’NBA.

nintendo switch

Nintendo non ha ancora annunciato il prezzo della sua nuova console da gioco, il cui lancio è fissato per il marzo del 2017.

 


Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo:


COMMENTA