La console Nintendo Wii è sempre stata, se vogliamo essere sinceri, la piattaforma di gioco più snobbata dagli hardcore gamers, che di regola preferiscono pc, xbox360 o ps3; al contrario la Wii è  la regina incontrastata nel regno degli Hacker per le possibilità di utilizzare homebrew e quindi usufruire delle copie di backup.

Con questa mini guida per eseguire l’hack avrete la possibilità di  installare l’ homebrew channel, un canale particolare che serve a prendere il pieno controllo della vostra console,garantirvi la possibilità di lanciare homebrew e di conseguenza rendere possibile per la vostra console utilizzare le vostre copie di backup direttamente da un dispositivo portatile come una penna USB o un Hard Disk esterno.

Questa guida è compatibile con tutte le Nintendo Wii attualmente in commercio che montano il System Menu 4.3, che al giorno d’oggi è l’ultimo uscito grazie a “LetterBomb”, nome in codice della procedura.

Preparazione

Per lo svolgimento dovrete avere a disposizione una sola cosa : una scheda SD (o SDHC come preferite) che rimarrà successivamente sempre nella Wii per far funzionare l’hack (ovviamente dovrete avere a disposizione anche la possibilità di poter scrivere sulla scheda SD quindi un card reader o pc con esso incluso è necessario!).

Passiamo al raccoglimento di alcuni dati: dopo aver acceso la vostra Wii dovete accedere all’interno del menù del Wii ( premendo sul simbolo Wii in basso a sinistra nel menù principale) e entrare nelle “Impostazioni console Wii” , passare alla seconda pagina e accedere alla voce “Internet”, al suo interno entrare nella sezione “Informazioni console Wii”.

Vi comparirà un codice di 12 cifre divise in sei gruppi  da due, questo è il MAC Address della vostra console (unico per ogni console).

Come eseguire l’hack del Nintendo Wii

Dal vostro computer accedete a questo indirizzo , selezionate la vostra versione del System Menu, che ricordo deve essere 4.3E (la E stà per una console Europea), e inserite le dodici cifre del MAC Address, lasciate la spunta sulla voce “Bundle the HackMii Installer for me!” inserite il malefico captcha e cliccate su “Cut the red wire”.

Verrà creato un archivio, scaricatelo ed estraetelo, otterrete una cartella chiamata “Letterbomb”, aprite la cartella,  successivamente copiate ed incollate il file “boot.elf” e la cartella “private” nella Root della SD, precedentemente formattata.

Adesso che avete tutto l’occorrente possiamo passare all’esecuzione dell’ exploit.

Installare Homebrew su Nintendo Wii

Dopo aver spento la Wii inserite la scheda SD al suo interno, accendete nuovamente la console ed entrate nella bacheca Wii (il pulsante rotondo in basso a destra), premendo il tasto “-” sul Wiiremote vi ritroverete una lettera rossa, premendoci sopra avvierete la procedura.

Vi apparirà un messaggio di attenzione in inglese “Disclaimer”, attendete pazientemente fino a quando apparirà sullo schermo in lingua Inglese la richiesta di premere il tasto 1 per continuare, eseguite.

Il programma effettuerà i sui controlli per vedere cosa potete e cosa non potete installare.

A seconda di eventuali blocchi sulla vostra console vi appariranno 2 scritte verdi accanto alle voci Homebrew Channel e BootMii, oppure può capitarvi che accanto alla dicitura “Bootmii” appaia una scritta viola che dice “Can be installed only as IOS”.

Proseguiamo tranquillamente premendo “A” ed entriamo in una sezione che ci permetterà di scegliere cosa installare, clicchiamo con “A” su Homebrew Channel e confermiamo l’installazione. A questo punto selezioniamo la pagina del BootMii, delle quatro opzioni dovrete selezionare “Install as IOS” (dovrebbe essere la terza), dopo aver effettuato la nostra scelta confermiamo premendo “A” e in qualche istante il BootMii verrà installato.

Procedimento concluso , avrete l’ Homebrew Channel installato sulla vostra Nintendo Wii

Attenzione. Nota dell’autore.

[box_light]

Seppur da me testata e perfettamente funzionante è possibile che per un errore umano o divino (sbalzo di corrente, fenomeni paranormali) la vostra console diventi inutilizzabile: questo procedimento non è di per sè illegale però c’è il rischio che Nintendo possa non far valere la garanzia del prodotto in caso di Brick (rottura del dispositivo), quindi accingetevi ad effettuare la procedura solo se siete sicuri di quello che state facendo.

Nè io nè lo staff di Techzilla.it ci assumiamo alcuna responsabilità se qualcosa andasse storto, comunque eseguendo alla lettera i passi descritti in questa guida non incorrerete in problemi.

[/box_light]

.


Partecipa alla discussione