Non stupitevi del titolo di questo articolo, perché per la fine della lettura tutto sembrerà più chiaro. Infatti prima che Nokai fosse acquisita da Microsoft e equipaggiasse i suoi dispositivi con Windows Phone, l’azienda Finlandese utilizzava Symbian OS un sistema operativo che per anni è stato dominatore del mercato, almeno prima dell’avvento di iOS eppoi di Android.

Symbian e Nokia erano sinonimi all’epoca ma tutta questa popolarità aveva attirato anche gli occhi indiscreti dei cyber criminali dell’epoca, tanto che Nokia si è imbattuta in una situazione davvero spiacevole.

Nel 2007 Nokia ha infatti pagato milioni di Euro per alcuni “sequestratori”che avevano minacciato di rilasciare le chiavi di crittografia di Symbian OS al pubblico, permettendo a tutti di avere libero accesso al figlio prediletto di Nokia. La piattaforma in questo modo avrebbe potuto trovarsi minacciata da ogni sorta di virus o attività malevola.

Nokia ha quindi deciso di rivolgersi alla polizia per organizzare un’operazione per catturare i ladri non appena avrebbero riscosso il riscatto. Tuttavia qualcosa è andato storto: la polizia ha perso le tracce dei sospetti, insieme ai soldi dell’aziende e alle chiavi di crittografia.

I criminali non sono mai stati arrestati e il caso è ancora aperto. Nel frattempo symbian è diventato molto più open source e ad oggi è ufficialmente defunto. 

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: