Nokia ha annunciato che taglierà fino a 1.000 posti di lavoro presso lo stabilimento di Salo, in Finlandia. I licenziamenti dell’azienda avverranno gradualmente fino al 2012, con la maggior parte dei tagli che avverrà entro la fine di giugno, ha riferito Reuters.

L’impianto di Salo è l’ultimo grande impianto di produzione di telefoni cellulare in Europa occidentale, visto che la maggior parte delle aziende hanno spostato la loro produzione in Asia. Il mese scorso, Nokia ha licenziato 2.300 lavoratori dalla fabbrica di Komarom, in Ungheria e 700 a Reynosa, Messico in quanto ha spostato gran parte della sua produzione in Cina. Questa nuova tornata di licenziamenti si presenta come parte di un più ampio sforzo di tagliare i costi in seguito alla perdito di 1 miliardo di euro dell’azienda registrato nell’ultimo trimestre .

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: