L’avevamo anticipato qualche giorno fa: OnePlus ha mantenuto la “promessa”, aumentando il prezzo del proprio “flagship killer” OnePlus 3 nel solo Regno Unito. Il produttore cinese aveva reso noto che il crollo della sterlina, dovuto al risultato del referendum che recentemente ha visto il fronte Brexit prevalere con un margine minimo sugli oppositori filoeuropeisti, avrebbe probabilmente costretto l’azienda ad intervenire sul prezzo del terminale.

Così è stato: dalle 309 sterline iniziali il prezzo è passato a 329 sterline, subendo un ritocco di ben 20 sterline. Al contrario, il prezzo è rimasto invariato in tutti gli altri paesi dell’Unione Europea, i cui abitanti potranno continuare ad acquistare OnePlus 3 al prezzo fisso di 399 euro. Anche i paesi che non fanno uso della moneta unica (Svezia, Danimarca, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria) potranno continuare a beneficiare del prezzo di lancio senza alcun rincaro.

OnePlus 3

Per offrire specifiche da top di gamma ad un prezzo così contenuto, OnePlus ha ridotto all’osso i margini di guadagno rispetto al costo di produzione, e nel momento in cui la sterlina inglese è collassata a causa della Brexit non ha avuto scelta. Prima ancora di applicare il sovrapprezzo di 20 sterline OnePlus aveva reso noto che la possibile decisione sarebbe stata presa a malincuore e che, in ogni caso, non essendo la fluttuazione della sterlina da attribuire agli acquirenti britannici – né al produttore – , non si sarebbe trattato di uno sgarbo ma di un’azione ineluttabile alla luce del fatto che le spese di OnePlus sono principalmente in dollari americani.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: