Annunciato oggi e pronto per il lancio sul mercato del 22 novembre, il nuovo smartphone OnePlus 3T va a rimpolpare i ranghi del produttore cinese succedendo al popolarissimo OnePlus 3 come proposta top di gamma. OnePlus 3T è a tutti gli effetti una versione aggiornata di OnePlus 3, e mira a migliorare le prestazione del suo precedessore, oltre che a correggerne i difetti. L’azienda sembrerebbe infatti aver preso in gran considerazione i pareri degli utenti: non è certamente un caso che la batteria da 3000 mAh di OnePlus 3, ritenuta poco capiente e dunque tallone d’Achille di uno smartphone altrimenti estremamente bilanciato, sia stata sostituita con una più capiente da 3400 mAh.

Il nuovo flagship di OnePlus adotta inoltre un SoC più efficiente e potente, ovvero il Qualcomm Snapdragon 821, fotocamere più performanti e introduce la nuova colorazione Gunmetal. Questi aggiornamenti hanno portato però ad un aumento di prezzo rispetto alla precedente proposta: OnePlus 3T sarà infatti commercializzato al prezzo di 439 dollari nella sua versione base con memoria interna da 64GB (479 dollari il top di gamma con ROM da 128GB), contro i 399 di OnePlus 3. È dunque lecito chiedersi: che fine farò il cosiddetto “flagship killer”?

oneplus 3

Gli appassionati del marchio possono tirare un sospiro di sollievo. Rispondendo alle domande degli utenti su Twitter, OnePlus ha infatti confermato che OnePlus 3 non sarà ritirato dal mercato, bensì vi tornerà presto. L’azienda non è stata in grado di fornire indicazioni precise circa la data di reintroduzione del prodotto sul mercato, ma si tratta ad ogni modo di una splendida notizia per gli acquirenti, che potranno presto contare su nuove scorte di OnePlus 3; la speranza, ovviamente, è che alla luce del lancio di OnePlus 3T, il prezzo di OnePlus 3 possa subire un taglio interessante.


Partecipa alla discussione