OnePlus 2 è stato uno dei primi smartphone a raggiungere il mercato ad essere dotato di una porta USB di tipo C, ossia con plug simmetrico che non richiede più all’utente di controllare in che verso lo sta collegando. Un’ottima soluzione che tra l’altro porta anche altri vantaggi, tra cui la capacità di ricaricare più velocemente lo smartphone grazie a un amperaggio superiore. Ma c’è un ma.

Non tutte le ciambelle riescono col buco e quelli di OnePlus hanno sbagliato un componente del loro cavo proprietario, che va acquistato a parte: lo standard USB prevede un resistore da 56 Ohm, mentre gli ingegneri cinesi ne hanno utilizzato uno da soli 10 Ohm.

04_94921_1

Il risultato è che se utilizzate il cavo solo per connettere lo OnePlus 2 al computer o al portatile al 99% non accuserete alcun problema, tuttavia se lo impiegherete per connettere anche altri dispositivi c’è il potenziale rischio di danneggiare PC, caricabatterie o porta USB ad esso collegati, perché il cavo assorbe troppa energia e si surriscalda.

OnePlus-2-1_45351_03

Per ovviare a questo fastidioso problema rilevato per la prima volta da un ingegnere Google, OnePlus ha deciso di seguire due binari paralleli: da un lato il rimborso per tutti gli utenti che ne faranno richiesta entro il 31 dicembre, tramite il sito ufficiale messo a disposizione, l’altra è la decisione di riprogettare ex novo il cavo, così da correggerne i difetti attuali. Insomma si tratta di due ottime iniziative da parte di un’azienda che da sempre professa di voler offrire la miglior assistenza possibile ai propri clienti.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: