In concomitanza dell’arrivo in queste ultime settimane della nuova Series 8 Reno, OPPO annuncia un espansione del suo servizio Trade-In, dove è ridare il proprio telefono OPPO indietro in cambio di una valutazione monetaria che può raggiungere i 750€ in base ai modelli, dove ovviamente i top gamma e i prodotti più recenti sono valutati di più.

OPPO, in un’ottica di salvaguardia e prevenzione dell’ambiente a lungo termine, si impegna da sempre a mettere la sua tecnologia al servizio della sostenibilità, nel tentativo di rispondere efficacemente alle necessità sempre più impellenti del nostro pianeta.

venduto da 

Il servizio di Trade-In

Il servizio di Trade-In, infatti, offre agli utenti la possibilità di cedere i loro dispositivi usati in cambio di una valutazione monetaria che, a seconda del modello e delle sue condizioni di utilizzo, può raggiungere i 750€, mentre la vendita di prodotti ricondizionati sull’e-commerce proprietario OPPO Store è un’iniziativa che permette all’azienda di dare vita a un processo virtuoso che garantisce gli stessi livelli di qualità ed efficienza a cui gli utenti sono abituati, ma a prezzi più vantaggiosi.

Il tutto con un occhio puntato alla salvaguardia dell’ambiente. Per soddisfare al meglio le esigenze degli utenti, infatti, tutti i prodotti rigenerati di OPPO vengono sottoposti ad accurati processi di ricondizionamento per garantire la massima qualità sia a livello estetico sia a livello funzionale, oltre a esser certificati con 12 mesi di garanzia. Una soluzione win-win tra produttori e consumatori, che consente di coniugare la salvaguardia del pianeta con la volontà di risparmio degli utenti e la loro crescente attenzione verso l’ambiente.

L’impegno OPPO per l’ambiente

Oggi, infatti, sono numerosi i settori produttivi che minacciano la sopravvivenza della Terra. Tra questi, il volume dei rifiuti elettronici, che sta crescendo esponenzialmente anno dopo anno, e le emissioni di Co2 rappresentano alcune delle problematiche più urgenti. Basti pensare che l’impatto ambientale della produzione di uno smartphone nuovo pesa 17.2kg di Co2 – valore che scende a 8.2kg in uno smartphone rigenerato – e che, secondo quanto emerge dal Circularity Gap Report 2022, oltre il 90% dei materiali estratti e utilizzati per il consumo e la produzione viene gettato, chiudendo bruscamente il cerchio di una potenziale economia circolare.

La tendenza a scegliere dispostivi ricondizionati, infatti, è in costante crescita, e la decisione di acquisto dei prodotti tecnologici è sempre più impattata dal concetto di sostenibilità. Oggi, infatti, i consumatori, riconoscendo l’estrema rilevanza di questo tema, sono sempre più orientati alla scelta di brand capaci di offrire prodotti di qualità mantenendo al contempo un approccio responsabile.

Basti pensare al fatto che la sostenibilità del processo produttivo è oggi uno dei principali driver d’acquisto quando si parla di dispositivi elettronici, sia nella generazione dei millenial con il 12,2%, sia tra la generazione X con il 17,2% e infine anche tra i boomer, dove la percentuale sale al 20,6% Tutte evidenze che dimostrano come l’approccio green sia oggi apprezzato in ogni fascia d’età e che trovano conferma in una recente analisi di mercato CertiDeal, che guarda proprio al territorio italiano, secondo cui il segmento dei ricondizionati è cresciuto del 15%, superando le vendite degli smartphone nuovi, che hanno visto un incremento solo del 4,5%.

venduto da 

In questo scenario, un fattore chiave per la riduzione dell’impronta carbonica è proprio il mercato del ricondizionato: settore in cui trovano spazio e valore le iniziative di OPPO volte ad aumentare il ciclo di vita dei prodotti o a promuovere il riutilizzo dei dispositivi.

In una società sempre più attenta e consapevole, quindi, in cui il concetto di “riparare” sta prendendo sempre più piede, OPPO cerca di andare incontro a queste richieste, preservando il più possibile la bellezza del pianeta anche per le generazioni future, senza mai rinunciare ai suoi pilastri quali qualità, innovazione e ricerca estetica.


Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.