Con il 2014 che è ormai volto al termine ci lascia anche un anno molto intenso e ricco di tecnologia. Nonostante il settore sia ancora in forte crescita, l’interesse del pubblico si è spostato dalla fascia top a quella media, che rappresenta tuttora il degno compromesso fra prestazioni, hardware e prezzo. A ciò si aggiunge la forte espansione delle “Tigri Cinesi” che riescono sempre più ad offrire prodotti con un design piacevole, un hardware interessante ad un prezzo molto concorrenziale, facendo crescere l’interesse del pubblico.

Se da un lato i grandi produttori si stanno, o cercano, di espandersi sempre più nella fascia media del mercato, vista la concorrenza dei produttori “cinesi”, i veri top di gamma sembrano aver perso di interesse, per consumatori e produttori, visto l’hardware e le funzionalità sempre meno innovative e sempre più rinnovative o conservative.

Chi sarà stato il migliore?In questo 2014 difficile i produttori si sono comunque dati battaglia per 12 mesi cercando di stupire il pubblico e di accaparrarsi il maggior numero di utenti.

Ed eccoci come lo scorso anno con le nostre personali Pagelle di fine anno dove vogliamo riassumere come si è svolto l’anno passato in ambito mobile. Come sempre procediamo di ordine alfabetico assegnando poi un voto ad ogni produttore con un breve commento sulle scelte intraprese nel 2014.

Acer • 6,5

Sempre presente
Acer punta sulla fascia media di smartphone e tablet con Android ma lo fa con distinguendosi con stile e con prodotti sicuramente curati nel design. | Acer Iconia Tab 8 – Il giusto connubio tra portabilità, comodità e prezzo | La strategia sembra convincere gli utenti che prediligono prodotti con un buon comparto tecnico ma che non vogliono spendere molto e soprattutto che colpiscono al primo sguardo. | Recensione Acer Liquid E3 Duo | Il mid-level al prezzo di un entry-level | Anche Acer punta sui wearble ma in Italia è quasi impossibile trovarlo.

ALCATEL ONETOUCH • 6,5

Si riconferma ancora una volta un buon produttore di smartphone, con alcuni aspetti però da migliorare. Idol Alpha, smartphone più bello 2014 che purtroppo non è stato accompagnato dallo stesso successo di vendite, anche a causa del prezzo elevato. Timidi passi anche verso i top di gamma con Idol X+ e Hero 2, che però non hanno catturato particolare interesse in Italia. Il produttore guarda oltre il mercato Android e pensa anche a prossime partnership con Windows Phone, rimanendo ancorata però allo sviluppo di smartphone con Firefox OS.

Avanti cosìAnche Alcatel vede con interesse il mercato degli indossabili  e muove i primi passi con Boomband e un non meglio annunciato smartwatch rotondo, che dovrebbe arrivare a breve con la promessa di essere davvero economico. Nota dolente per Alcatel, un time-to-market lungo e gli aggiornamenti software che non sono rapidi e tempestivi ma è proprio l’aspetto software e update quello da migliorare per ambire a posizioni più importanti.

APPLE • 8

Il suo stile, la sua cura nei minimi dettagli per ogni prodotto è maniacale ma sicuramente apprezzata dagli utenti.  Il 2014 si rilevato ancora l’anno in cui Apple segue il mercato e i produttori e non li anticipa, come avviene da molto. iPhone 6 e iPhone 6 Plus si sono rivelati una strategia vincente per chi voleva un iPhone grande e “uno ancora più grande” andando a suscitare di nuovo l’interesse di chi aveva abbandonato Apple proprio per questo motivo.

Apple è sempre AppleOttimi come sempre gli iPad, rinnovati hardware nei colori, anche se ci si aspettava di più da iPad mini 3. Ci si aspettava di più dall’Apple Watch, iniziando dal nome e per finire con il design, ma le funzionalità devono essere ancora scoperte a pieno.

ASUS • 6,5

Well Done AsusIn un 2014 difficile per molti produttori, Asus è riuscita a commercializzare la propria linea di smartphone, caratterizzati da un rapporto qualità prezzo abbastanza interessante e dal design davvero curato, come tutti i prodotti della linea Zen. Non macineranno, purtroppo, grandi vendite, in Italia visto che gli utenti sono ancorati ai brand “storici della telefonia” ma la strada tracciata è buona e il 2015 può solo essere positivo, visti i presupposti. | Recensione Asus Zenfone 4 | Essere low-cost non è mai stato così bello |

Nel segmento tablet si conferma un ottimo produttore, anche se confonde gli utenti con nomi e sigle dei prodotti, e tende una mano a Windows e Microsoft con i dispositivi 2 in 1, veri vincitori di questo 2014. Google non la sceglie come produttore del suo tablet ma le affida un progetto forse più arduo e difficile, come il Nexus Player, il secondo dispositivo di Big G pensato per l’entertaiment.

BlackBerry • 5

Strada in salitaNel 2014 rivediamo anche BlackBerry che inizia a muovere, di nuovo, primi passi uscendo dall’anonimato degli ultimi mesi con un dispositivo davvero interessante, il Passport, che cerca di riportare alla gloria che fu prodotti con tastiera QWERTY, vero successo del produttore. Purtroppo in Italia non è stato accolto con il successo sperato, anche forse in funzione del prezzo, alto, anche se c’è molta sostanza e l’OS nel frattempo matura, può sfruttare app Android ma non convince ancora a pieno. Un pensierino ad Android si può fare nel 2015?

HTC • 9

Semplicemente Brava. Non si può dire altro ad una società che in una forte crisi di vendite riesce a mantenere un ottimo livello su tutta la line up di prodotti senza rinunciare a nulla. Se le specifiche della fascia media non sono entusiasmanti, HTC ci ha insegnato che l’ottimizzazione software gioca un ruolo indispensabile e che spesso è la carta vincente.

Stile e qualitàLa forza di osare non manca con HTC Desire Eye e RE Camera, | Recensione HTC Desire EYE | Osserva il mondo con occhi diversi | che rappresentano il forte interesse del produttore nel comparto imaging, salutante gli ultrapixel. Scelta direttamente da Google, ritorna anche nel segmento tablet con il Nexus 9, portando con se tutto il suo design e il suo stile di prodotti. Si parla da tempo di smartwatch HTC, che il 2015 sia l’anno giusto?

Huawei • 7

Tris di 7Convince, stupisce ed osa. Lo fa con prodotti come Mate 7, Ascend G7 e P7. | Recensione Huawei Ascend P7 – Elegante, multimediale e dal prezzo aggressivo | L’hardware migliora, così come il design, l’attenzione ai dettagli e alle varie features software, come lo sblocco con le impronte digitali. L’occhio verso la fascia bassa del mercato non manca, che ha fatto il successo e la fortuna del produttore, con smartphone da un buon rapporto qualità – prezzo.

Si lancia anche negli indossabili con un prodotto bello e interessante ma con un time-to-market un pò esagerato.

LG • 8

Il nefasto 2011 è un lontano ricordoSulla scia del successo del G2, LG fa ancora centro con un altro ottimo smartphone che presenta alcune caratteristiche del comparto imaging nuove, come il nuovo stabilizzatore OIS+ e il laser focus. | Recensione LG G3 | Oltre ogni limite | Punta molto sulla fascia media con la nuova serie L, interamente caratterizzata dalla presenza della connettività LTE con prezzi molti interessanti.

Il G Flex 2 è atteso per vedere se il produttore avrà migliorato uno dei dispositivi più interessanti del 2013. Punta con anche sul settore wearble con LG G Watch e poi anche con il G Watch R, primo orologio con display completamente circolare.

MOTOROLA • 8

Bentornata, alla caricaMotorola torna alla carica adottando la filosofia del “pochi ma buoni” concentrandosi così a pieno su tutti gli smartphone. L’ottimo lavoro con il Motorola Moto G | Motorola Moto G – La recensione | lo ha portato ad essere lo smartphone più venduto di sempre del produttore con la M Alata, contribuendo così al successo e al rilancio del brand, potendo così puntare anche alla fascia alta con Moto X, che nonostante non sia stato campione di vendite ha suscitato interesse visto il sistema di gestures e notifiche presente a bordo.

Stupendo anche il Moto 360, primo smartwatch rotondo che sembra un orologio a tutti gli effetti, provando così a rendere “indossabili i wearble”. Il nuovo anno darà modo di vedere se il binomio Motorola – Lenovo, 3 produttore di smartphone al mondo, potrà portare a qualcosa di davvero innovativo.

Nokia/Microsoft Mobile • 6,5

Addio NokiaVoto di incoraggiamenti per Nokia che dopo essere diventata Microsoft Mobile si è mostrata sottotono con i vari dispositivi e che non ha convinto come in passato, ma le transizioni si sa sono sempre problematiche. | Nokia Lumia 930, la recensione – Il miglior Windows Phone non poteva che essere made-by-NokiaPoco innovatrice nel 2014, confermandosi con prodotti simili a quelli già visti e non del tutto completi sul piano hardware. Ci si aspetta un 2015 da campione, anche se la tendenza sembra puntare alla fascia bassa del mercato. Peccato.

Samsung • 8

“Dopo essere stata sul podio lo scorso anno, ora si adagia sugli allori” frase valida anche quest’anno. Il Galaxy S5 convince, sul software alleggerito e “svecchiato” e anche sulle nuove funzionalità con il sensore biometrico e il lettore di impronte digitali. Capisce che la plastica non è tutto sugli smartphone e pensa al Galaxy Alpha e al Galaxy Note 4 con un frame in alluminio.

Un 2015 dove migliorarsi
L’interesse oramai si è spostato dalla famiglia S a quella Note ma un solo prodotto non basta per risollevare le vendite che sono state di gran lunga inferiori a quelle del 2013. Si presenta con molti wearble e Gear VR, per la realtà aumentata, ma al momento restano ancora prodotti non completi. Non le manca però il coraggio di osare e lo fa con il Note Edge, primo smartphone con display a lato curvo che fa capire a tutti che Samsung c’è sempre.

Sony • 8-

IdrorepellenteSony convince anche in questo 2014 con la serie Xperia Z. Non ci piace la scelta di rinnovare il top di gamma ogni 6 mesi ma ci piace Xperia Z3 e ancor di più Z3 Compact, | Sony Xperia Z3 Compact – Non un telefono grande, ma un gran telefono! | Recensione Completa | un vero top di gamma dalle dimensioni giuste e a cui non manca nulla. Ricca la gamma di dispositivi e a prezzi per lo più abbordabili.

Unico produttore a garantire ai suoi dispositivi una vera resistenza contro acqua e polvere, tanto da spingerla ad aprire uno store subacqueo. Crede nei tablet e si presenta con Z2 Tablet, sottilissimo e leggero, e con Z3 Tablet Compact davvero funzionale. Non demorde neanche dai wearble ma non è l’unica a puntare in questo settore ora e si dimostra un pò sottotono.

Wiko • 7-

Buona la prima
Il primo anno di Wiko in Italia è davvero colorato di successi, così come sono colorati i suoi smartphone, arma vincente del produttore che sembra essersi rivelata vincente. | Recensione Wiko Rainbow | Colorato, economico e adatto all’estate | L’hardware è quello tipico degli smartphone dual sim che va quasi sempre bene, anche se per il suo top di gamma LTE sceglie il processore Tegra 4i, che non conviene al 100%. Curiosi di vedere cosa ha in serbo per il 2015.

Le tigri cinesi

Visto il 2014 in forte espansione per i produttori di smartphone cinesi, non può mancare una Menzione Speciale per tutti i big del mercato orientale che hanno stupito e venduto di più in questo 2014.

XIAOMI • 8

Iniziamo con Xiaomi poiché il 2014 è l’anno che l’ha portata ad essere il 4° produttore mondiale di smartphone grazie ai suoi prodotti dal rapporto qualità prezzo davvero unico e quasi imbattibile. Cavallo di battaglia del produttore RedMI 1S, che ha contribuito a far conoscere il produttore anche ai meno tecnomaniaci. Bello e convincente anche MI4, top di gamma del produttore del 2014 caratterizzato da un design piacevole, frame in alluminio, hardware di fascia alta e un software davvero curato.

MEIZU • 7,5

Meizu in forte crescita nel 2014 e la porta alla commercializzazione di Meizu MX4 e MX4 Pro, due smartphone interessanti ma soprattutto dal design eccezionale, che ricorda un po’ lo stile della mela. “Si fa portavoce” della filosofia Apple in Cina e sembra che la strategia sembri funzionare a dovere. Il 2015 sembra essere l’anno del primo smartphone con Ubuntu OS e pare proprio che Meizu sia in prima linea.

OPPO • 7-

Grandi telefoni come FIND 7 ed N3 che convincono sul lato hardware, che ha fatto da apripista in alcuni settori. Quest’anno è lei a produrre lo smartphone più sottile al mondo, con R5, ma non è al passo coi tempi per gli aggiornamenti software. Anche qui smartphone caratterizzato da un ottimo rapporto qualità prezzo che fanno la fortuna del produttore.

OnePlus • 7

Nuovo produttore che si prefigge il compito di essere un flagship killer con il suo One dal prezzo di 299€ e una dotazione hardware ottima. Tanto rumore e un polverone enorme per poi non riuscire a pieno nel suo obiettivo anche grazie ad alcuni problemi hardware dei dispositivi.

La redazione di TechZilla.it vi augura un Buon Anno

Seguiteci nel 2014 per tante nuove sorprese!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: