Philips è un brand noto a molti per svariati prodotti di elettronica di consumo. Ho posseduto diversi dispositivi a marchio Philips, ma non ero mai riuscito a provare delle cuffie di questa marca. Oggi scrivo la recensione di un paio di cuffie per DJ, pensate e prodotte in collaborazione con il noto DJ Armin Van Buuren, dalle ottime performance e dal prezzo abbordabile: le Philips A1-PRO. Proposte ad un prezzo di listino di 99€, sono perfette per chi ne fa un uso professionale ma non vuole spendere una somma a 3 cifre.

Philips A1-PRO – Offerte

Guarda le offerte su: Amazon.it

Kelkoo: 129€ da ManoMano.it

eBay: 111,28€ Philips A1PRO Cuffie DJ Professiona

Philips A1-PRO – Videorecensione

Philips A1-PRO – Unboxing e prime impressioni

L’unboxing è abbastanza veloce: una volta aperta la scatola, troviamo le nostre cuffie, il jack da 3.5mm moderatamente lungo e un adattatore avvitabile da 6.3mm. Il cavo presenta inoltre una sezione “riccioluta” a spirale che permette una lunghezza variabile tra 1.40m e 1.80m. Essendo cuffie pensate per un uso professionale, non hanno “fronzoli” come i tasti multimediali o il microfono sul cavo: questo ci fa capire che non sono cuffie pensate per un uso “street”, anche se, accettando qualche rinuncia, riescono ad accompagnarci dignitosamente nelle nostre avventure metropolitane.

Philips-A1-PRO-1
Scatola senza fronzoli per le Philips A1-PRO

Philips bada al sodo: non ci ha fornito niente di troppo, ma il giusto per il target a cui questa cuffia è indirizzata, ossia ai DJ.

Le specifiche tecniche riportate sulla scatola, inoltre, ci anticipano fin dal principio la qualità sonora delle cuffie che andremo a provare:

  • Sistema acustico: chiuso
  • Risposta in frequenza: 13 – 23.000  Hz
  • Tipo di magnete: Neodimio
  • Potenza in ingresso massima: 2500 mW
  • Membrana: PET
  • Distorsione: < 0,5%
  • Impedenza: 16  ohm
  • Sensibilità: 108  dB
  • Diametro altoparlante: 40  mm
  • Tipo: Dinamico
Philips-A1-PRO-DESIGN
Le Philips A1-PRO hanno un design semplice e professionale, uno stampo prettamente maschile.

Philips A1-PRO – Design e costruzione

Il design di queste cuffie è molto sobrio ma allo stesso tempo accattivante: non abbiamo particolari “fashion”, ma è un design di sostanza, che bada al sodo. Il colore nero opaco rende bene l’anima professionale del prodotto, con linee ben marcate e squadrature “aggressive”: di certo sembrano maggiormente adatte ad un pubblico maschile (o almeno a ragazze che non vogliono sembrare delle barbie). Presente un piccolissimo dettaglio dorato, praticamente una vite per padiglione, a donare un pizzico di ricercatezza e personalità ad una cuffia che altrimenti rischiava di risultare noiosa.

I padiglioni sono soffici al tocco, e sarebbero anche abbastanza comodi per essere on-ear, ma la struttura preme sulla testa e ne pregiudica il comfort generale.

Il meccanismo di ingresso del cavo jack nelle nostre cuffie offre due grossi vantaggi: è possibile inserire il cavo in entrambi i padiglioni e, soprattutto, il cavo è “bloccabile” nel padiglione scelto, in modo che non fuoriesca per sbaglio: niente di futuristico, ma cose tutt’altro che scontate.

Essendo progettate per soddisfare i DJ professionisti, queste cuffie presentano – ovviamente –  auricolari girevoli, per poter ascoltare anche suoni dell’ambiente esterno. Ripiegabili solo in modalità “piatta”, la trasportabilità è buona ma non ai massimi livelli.

L’unico vero appunto per quanto riguarda il comfort di utilizzo: la struttura solida stringe molto sulla nostra testa e sulle orecchie, rendendo scomodo l’utilizzo per sessioni prolungate. Un DJ non dovrebbe avere problemi, visto che non ne ho mai visto uno per una serata intera sempre con le cuffie indossate, ma per un utilizzo di mixaggio in studio o, come nel mio caso, per video-editing prolungato, sarà difficile andare oltre le 2 ore di utilizzo continuo.

Philips-A1-PRO-SOUND
Volume altissimo e frequenze equilibrate: queste Philips A1-PRO non deludono.

Philips A1-PRO – Performance e resa sonora

La collaborazione di Philips con Armin Van Buuren dovrebbe essere una dritta importante sull’impronta sonora di questa cuffia. La riproduzione è limpida e senza grossi difetti, il volume massimo è elevatissimo, soprattutto per la fascia di prezzo del prodotto.

Ho trovato ottimo il bilanciamento delle frequenze, con bassi corposi e piacevoli, alti squillanti e medi finalmente sfruttati come meriterebbero. Forse da una cuffia da DJ, quindi con una predisposizione alla musica electro, mi sarei aspettato dei bassi più carichi ma non mi sentirei di parlare di difetto: l’equilbrio c’è e la qualità sonora è fantastica, ma non ci sono dei bassi “da paura” come magari qualcuno cercherebbe. O almeno non si arriva allo squilibrio verso i bassi di altre cuffie.

I driver da 40 mm per la gestione di 2500 mW (milliwatt) di potenza garantiscono audio privo di distorsione, anche ad alto volume o con un’elevata potenza di ingresso.

Ho provato, inoltre, queste cuffie con diversi generi musicali, e questa è la mia personalissima pagella:

  • Elettronica 9.5: l’utilizzo di queste A1-PRO con musica Electro, Dubstep, Disco e House è molto buono, grazie a bassi morbidi e ben bilanciati. Piccolissima pecca: il volume esagerato forse penalizza i bassi, e soprattutto la loro “morbidezza”, con alcuni brani che non vengono riprodotti al meglio (tracce di Jason Derulo e 50 Cent). Provato con vari brani di David Guetta, Steve Aoki, Skrillex, LMFAO, deadmau5, Tiesto e i “vecchi” Daft Punk: il risultato è stato comunque sempre più che godibile, soddisfatto.
  • Rock 8: il rock non è il campo di competenza di queste A1-Pro, ma non ho avuto problemi a godermi anche questo genere: il volume elevatissimo penalizza un pochino la pulizia e la distinzione dei vari strumenti, ma a volumi “normali” il risultato è ottimo. Rock classico come Pink Floyd, Dire Straits e Led Zeppelin, suono e resa fantastici. Un po’ meno per generi un più pesanti ascoltando gruppi come i System of a Down, i Lacuna Coil, i Disturbed: il “casino” si fa sentire e il suono, seppur buono, perde un po’ di limpidezza. Ascoltare i Coldplay, i Maroon 5, i Muse e gli One Republic è stato piacevolissimo.
  • Classica 9: se manca un pochino la piacevolezza sui bassi “morbidi” e sul caos metallaro, queste Philips A1-PRO trovano rivalsa nella limpidezza di alcuni brani di Bach, Beethoven e Mozart, e nelle melodie al piano di Allevi e Einaudi, dove tutto è riprodotto egregiamente.

L’isolamento acustico è ottimo, almeno per noi che indossiamo le cuffie: difficilmente si sentirà il rumore ambientale, impossibile invece sentire le voci di chi ci sta accanto quando si è in riproduzione musicale. Dall’esterno, invece, la situazione è un po’ difficile: se si è in un ambiente rumoroso, si sentirà un leggero brusio di sottofondo solo se useremo la cuffia al massimo volume (che è davvero elevatissimo), in silenzio o in ambienti più circoscritti si potrà sentire abbastanza chiaramente la canzone che si sta ascoltando.

Alla fine di questo periodo di prova, posso dirmi soddisfatto di queste cuffie e della loro resa sonora, soprattutto per il volume molto elevato senza (grossi) difetti.

Philips-A1-PRO-CONCLUSIONI
Le Philips A1-PRO suonano benissima e sono adatte per “fare serata”, meno per un uso on-the-road.

Philips A1-PRO – Conclusioni

Philips ci propone un prodotto professionale ad un prezzo onesto: serviranno 99€ (di listino) per portarci a casa queste Philips A1-PRO. Sono le più basiche di una gamma di cuffie prodotte in collaborazione con Armin Van Buuren, sotto le A3-PRO e le A5-PRO. Sono le meno potenti, ma non per questo non sono più potenti della media.

Sono cuffie “da lavoro”, un po’ meno da tempo libero: offrono ottimo isolamento acustico, snodabilità e volume elevato, per riuscire a mixare anche in presenza di tanto rumore esterno, a scapito purtroppo della comodità e di alcune funzioni aggiuntive. Nate per un utilizzo con la musica elettronica, dove danno il meglio, riescono a soddisfare in ogni genere musicale.

Personalmente, le ho amate per il loro volume altissimo, ma le ho odiate per la mancanza di un microfono sul cavo, per poterle utilizzare a tutto tondo: per questo motivo, le ho dovute relegare ad un utilizzo casalingo, dove le ho utilizzate con grande soddisfazione.

Philips-A1-PRO-PROCONS
Philips A1-PRO – Promosse!

Philips A1-PRO – Galleria fotografica

Philips A1-PRO – PRO

  • Suono ottimo
  • Volume elevatissimo
  • Design semplice ma professionale
  • Resistenza ottima
  • Cavo removibile e fissabile
  • Cavo con sezione a spirale
  • Presente jack da 6.3mm

Philips A1-PRO – CONTRO

  • Non proprio comfortevoli
  • Mancano tasti multimediali e microfono

Offerte in tempo reale

Guarda le offerte su: Amazon.it

Kelkoo: 129€ da ManoMano.it

eBay: 111,28€ Philips A1PRO Cuffie DJ Professiona

I nostri voti

Design8
Materiali e costruzione9
Ergonomia e comfort7
Prestazoni9
Funzionalità e dotazione7.5
Rapporto qualità-prezzo9
Voto finale8.3

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: